Stagione 1939/40

Coppa Italia

Stagione storica per due motivi: vengono introdotti i numeri sulle maglie dei
calciatori e l'Inter conquista il suo quinto scudetto. Rimasta orfana di Meazza
alle prese con problemi di circolazione al piede sinistro, l'Inter non si abbatte
e dopo un inizio altanelante, nel girone di ritorno dà il meglio di sé e con una
serie di risultati utili consecutivi riesce a staccare il Bologna e giungere alla
ultima giornata con un punto di vantaggio sul Bologna stesso; il campionato,
per ironia della sorte, prevede proprio all'ultima giornata l'incontro tra l'Inter
e il Bologna a Milano; all'Inter sarebbe bastato un pareggio, ma davanti a 40
mila tifosi festanti Ferraris II, con un gran sinistro, segna il gol vittoria della
partita e del campionato.





La rosa della stagione

 

La formazione Campione d'Italia. Da sinistra: Campatelli, Barsanti, Olmi, Setti, Candiani, Demaria I, Poli, Ferraris II,
Frossi, Peruchetti - In ginocchio: Locatelli


 

Allenatore

Tony Cargnelli

 

Il Presidente

Fernando Pozzani
In carica dal 1932 al 1942