EUROPA LEAGUE 2014/15

Wolfsburg, 12 marzo 2015 - andata ottavi di finale

Wolfsburg - Inter 3-1

Wolfsburg: Benaglio, Vieirinha (87' Perisic), Naldo, Knoche, Rodriguez, Guilavogui, Luiz Gustavo, Caligiuri, De Bruyne, Schurrle (46' Trasch), Dost (70' Bendtner). A disposizione: Grun, Schafer, Klose, Jung. Allenatore: Dieter Hecking

Inter: Carrizo, Santon (82' Kuzmanovic), Ranocchia, Juan Jesus, D'Ambrosio, Guarin, Medel, Hernanes (57' Vidic), Shaqiri (82' Kovacic), Palacio, Icardi. A disposizione: Handanovic, Andreolli, Dodò, Puscas. Allenatore: Roberto Mancini

Reti: 5' Palacio, 28' Naldo, 62' e 75' De Bruyne

Arbitro: Marciniak Szymon (Polonia)

Note: spettatori 30.000 circa; ammonito al 30' Icardi, 33' D'Ambrosio, 71' Nando, 74' Vidic; angoli 6 a 4 per il Wolfsburg; recupero pt 1', st 4'. Inizio di partita molto incoraggiante per l'Inter che pressa gli avversari nella propria metà campo e che già al 2', con Palacio, ha una buona occasione, tiro dell’attaccante nerazzurro e pallone deviato in angolo. L'Inter insiste e al 5' D'Ambrosio intercetta un pallone a centrocampo, sfera che giunge a Icardi il quale lancia Palacio solo davanti a Benaglio, l'attaccante nerazzurro non sbaglia e Inter in vantaggio. I tedeschi provano a reagire ma è l'Inter ad andare vicina al raddoppio al 22': azione di Shaqiri che appoggia in piena area ad Hernanes il quale giunge un attimo in ritardo e si vede deviare il proprio tiro, a colpo sicuro, da un difensore. Gol mancato e gol subito: al 26' discesa del Wolsfurg con Rodrigues, traversone e colpo di testa di Caligiuri, Carrizo è attentissimo e devia in angolo, dagli sviluppi del calcio d'angolo, colpo di testa di Naldo, lasciato incredibilmente tutto solo, ed è l'1 a 1, siamo al 28'. I tedeschi ora giocano bene ma è l'Inter ad avere l'occasioni per passare ancora: al 35' Benaglio anticipa Shaqiri lanciato a rete e al 37' è l'assistente dell'arbitro a fermare Icardi, lanciato da Shaqiri, tutto solo davanti a Benaglio per un fuorigioco inesistente. Al 43' sono i padroni di casa a farsi pericolosi con un destro di Vieirinha che trova ancora un grande Carrizo sulla propria strada e primo tempo che termina in parità. Nella ripresa, Mancini conferma i suoi ragazzi, il Wolfsburg prova a fare la partita ma l'Inter ribatte colpo su colpo e al 54' Santon recupera un gran pallone sulla tre quarti a destra e serve la palla a Palacio il quale, uno contro uno col portiere tedesco, calcia di poco a lato, incredibile l' occasione mancata dall'attaccante argentino. L'Inter controlla agevolmente la partita ma al '64 arriva puntuale un errore individuale: Carrizo sbaglia il passaggio a Juan Jesus, Vieirinha s'impossessa della palla, serve De Bruyne il quale a porta vuota non ha difficoltà a mettere la sfera in rete. Nel momento in cui i nerazzurri potevano passare in vantaggio subiscono il gol del 2 a 1. Al 75' ancora una ingenuità: questa volta è Vidic a commettere un inutile fallo al limite dell'area, sul pallone si presenta De Bruyne che beffa Carrizo sul proprio palo, 3 a 1 incredibile per i padroni di casa. L'Inter tenta di reagire e al 77' Icardi è fermato da Benaglio, al 86' Palacio tocca a Icardi il cui tiro è deviato in angolo e al 90' è ancora Icardi che non riesce a coordinarsi per mettere il pallone in rete da due passi. Quattro minuti di recupero e al 91' i tedeschi sfiorano il quarto gol con Bendtner il quale si inserisce in area ma a tu per tu con Carrizo calcia fuori è l’ultima emozione dell’incontro che l’Inter poteva vincere tranquillamente e che invece lo perde incredibilmente.

Palacio ha appena portato in vantaggio l'Inter