EUROPA LEAGUE 2014/15

Milano, 2 ottobre 2014 - II° giornata girone F

Inter - Qarabag 2-0

Inter: Carrizo, Andreolli, Ranocchia, Juan Jesus, D'ambrosio, Hernanes (72' Obi), M'Vila, Kuzmanovic (59' Medel), Nagatomo, Guarin (63' Osvaldo), Icardi. A disposizione: Handanovic, Palacio, Vidic, Mbaye. Allenatore: Walter Mazzarri

Qarabag: Sehic, Gurbanov (68' Sadygov), Teli, Guseynov, Agolli, Qarayev, Yusifov (54' Nadirov), Muarem, Richard Almeida, George (62' Taghiyev), Reynaldo. A disposizione: Veliyev, Ahmadov, Aliyev, Alaskarov. Allenatore: Alexey Kulbakov

Reti: 18' D' Ambrosio, 85' Icardi

Arbitro Alexei Kulbakov (Bielorussia)

Note: spettatori 35.000 circa; angoli 5 a 4 per il Qarabag; ammonito al 80' Juan Jesus, 83' Medel, 95' Muarem. Recupero pt 0', st 5'. Inizio d'incontro non certo esaltante e dopo che il Qarabag si rende pericoloso con Reynaldo che, lanciato da un retropassaggio di Andreolli da rimessa laterale, è murato da Juan Jesus, al 18' l'Inter passa in vantaggio: D'Ambrosio si fa largo sulla sinistra e traversa verso centro area, respinta della difesa e sfera che giunge allo stesso D' Ambrosio, tiro secco a giro, piccola deviazione di Teli e pallone che tocca la traversa e s' infila alle spalle di Sehic. Al 21' punizione per l'Inter, batte Hernanes e sfera che giunge a capitan Ranocchia il quale, nel cuore dell'area, gira al volo, pallone che sfiora l'incrocio dei pali e che termina sul fondo. Al 26' è Hernanes a rendersi pericoloso, stacco portentoso, colpo di testa con Sehic che blocca il pallone. Il Qarabag gioca ordinatamente e prova ad alzare il baricentro, ma è l'Inter ad essere pericolosa al 42' con Guarin il quale è anticipato all'ultimo momento, ribaltamento d'azione, Reynaldo avanza a grande velocità e si porta davanti a Carrizo, esterno dell'attaccante ospite e pallone che esce sul secondo palo. Nel secondo tempo l'Inter amministra l'incontro facendo passare il tempo senza mai soffrire. Al 57' grande tiro di Icardi da oltre 20 metri e Sehic, con un gran colpo di reni, alza il pallone sopra la traversa. L'Inter è ben coperta e il Qarabag non è praticamente mai pericoloso, agli azeri resta solo il tiro da fuori e prima ci prova Almeida, al 66', e poi tre minuti più tardi George con entrambe le conclusioni che finiscono ben lontane dalla porta difesa da Carrizo. All' 83' Icardi ha la palla buona per chiudere il match, Obi scappa via alla difesa azera e serve l'attaccante argentino che, solo davanti al portiere avversario, apre troppo il piatto e mette il pallone sul fondo. Passano 2 minuti e questa volta Icardi non sbaglia: passaggio di Osvaldo all'attaccante argentino, gran tiro secco a incrociare, e sfera che supera Shehic.

D'Ambrosio porta in vantaggio l'Inter

 

Gran tiro di Icardi ed è il raddoppio per l'Inter