CAMPIONATO 2014/15

Verona, 11 marzo 2015 - XXX° giornata

Verona - Inter 0-3

Verona: Rafael, Sala, Rodriguez, Moras, Pisano, Obbadi (80' Valoti), Tachtsidis, Hallfredsson (72' Greco), Gomez (75' Saviola), Toni, Jankovic. A disposizione: Benussi, Marquez, Nico Lopez, Christodoulopoulos, Marques, Campanharo, Agostini, Pereira, Matric. Allenatore: Andrea Mandorlini

Inter: Handanovic, D'Ambrosio, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus, Guarin, Medel (79' Gnoukouri), Brozovic, Hernanes (87' Felipe), Palacio (79' Kovacic), Icardi. A disposizione: Carrizo, Berni, Andreolli, Podolski, Obi, Puscas, Nagatomo, Shaqiri, Bonazzoli. Allenatore: Roberto Mancini

Reti: 10' Icardi, 48' Palacio, 91' Moras (aut)

Arbitro: Tagliavento Paolo di Terni; Assistenti: Marrazzo e Pegorin; Assistenti addizionali: Cervellera e Manganiello; IV° uomo: Schenone

Note: ammoniti al 18' Juan Jesus, 35' Moras, 37' Brozovic, 39' Guarin, 55' Obbadi, 76' Vidic; angoli 5 a 4 per l'Inter; recupero pt 1', st 3'

VERONA -E' un' Inter vogliosa di far bene quella che scende sul Bentegodi di Verona, lo si nota subito fin dai primi secondi che l'Inter c'è così come si vede che c'è Hernanes, ago della bilancia tra centrocampo ed attacco ed è proprio lui il primo a rendersi pericoloso, al 4', con un bel tiro dalla distanza respinto da Moras. L' Inter preme e lo fa soprattutto sulla fascia destra con D'Ambrosio che al 7' traversa per Hernanes il quale si inserisce di testa, ma viene anticipato in angolo, il terzo in soli sette minuti. Il gol era nell'aria e infatti giunge al 10': D'Ambrosio porta palla, scarica sulla destra per Palacio che mette in mezzo, leggera deviazione di Rodriguez, arriva Icardi e mette il pallone in rete. Il Verona tenta di reagire ma non si rende mai pericoloso e anzi è l'Inter a sfiorare il gol del raddoppio per due volte sempre con Brozovic: al 29' con un tiro dai trenta metri che non trova lo specchio della porta e al 35', servito da Palacio, con un tiro da dentro l'area di rigore con il pallone che sfiora il palo alla destra del portiere veronese. L'Inter controlla e fino alla fine del tempo non ci sono azioni degne di nota, un minuto di recupero e squadre al riposo con l'Inter in vantaggio.

La ripresa è appena iniziata da tre minuti e l'Inter raddoppia: Hernanes apre sulla sinistra per Icardi il quale traversa verso l'area avversaria, Palacio si avventa sul pallone e lo mette in fondo al sacco. Al 51' Palacio per Icardi e terzo gol mancato per un soffio, il Verona prova da fuori, anche perché l'Inter sa difendersi con ordine e al 63' Handanovic si guadagna la pagnotta respingendo prima il tiro di Obbadi e poi, rialzandosi, il tiro di Moras deviato da Gomez. È un buon momento per il Verona e al 67' Obbadi calcia alto da buona posizione. Al 72' l'Inter riparte e D'Ambrosio mette un bel pallone sul primo palo per Palacio che a colpo sicuro colpisce il palo. Passano tre minuti e Toni di testa va vicino alla rete e un minuto dopo Tagliavento concede un generosissimo calcio di rigore ai padroni di casa per un presunto tocco di Vidic al nuovo entrato Greco, sul dischetto si presenta Toni, tiro con Handanovic che si esalta e respinge. È il colpo psicologico del ko per il Verona, l'Inter torna in controllo dell'incontro e al 91' segna il terzo gol: ennesimo cross di D'Ambrosio, Moras anticipa Guarin ma manda il pallone nella propria rete.

Icardi porta in vantaggio l'Inter

Palacio segna il gol del raddoppio