CAMPIONATO 2014/15

Milano, 4 aprile 2015 - XXIX° giornata

Inter - Parma 1-1

Inter: Handanovic, Santon, Ranocchia, Felipe (76' Podolski), Juan Jesus, Guarin, Medel, Brozovic, Shaqiri (89' Hernanes), Palacio, Puscas (46' Kovacic). A disposizione: Carrizo, Campagnaro, Obi, Gnoukouri, Camara, D'Ambrosio, Nagatomo, Dimarco, Bonazzoli. Allenatore: Roberto Mancini

Parma: Mirante, Feddal, Costa, Mendes, Gobbi, Nocerino, Jorquera (83' Cassani), Lila (46' Ghezzal), J. Mauri, Varela, Belfodil (77' Coda). A disposizione: Bajza, Iacobucci, Prestia, Palladino, Lodi, Santacroce, Esposito. Allenatore: Roberto Donadoni

Reti: 24' Guarin, 44' Lila

Arbitro: Peruzzo Sebastiano di Schio; Assistenti: Fiorito e Tasso; Assistenti addizionali: Tommasi e Pinzani; IV° uomo: Barbirati

Note: ammoniti al 60' Ranocchia, 73' Felipe; angoli 5 a 2 per l'Inter; recupero pt 1', st 4'

MILANO - L'Inter schiera dal primo minuto George Puscas ed è proprio con l'attaccante romeno che costruisce la prima occasione pericolosa della partita al 13': l'attaccante nerazzurro classe '96 lavora un bel pallone e serve Shaqiri che si inserisce e calcia di sinistro, tiro debole e Mirante para. Il possesso palla è nerazzurro ma le azioni sono lente e il Parma si difende agevolmente. Al 25' giunge inaspettato il gol del vantaggio nerazzurro: Guarin trova lo spazio per la conclusione dalla distanza tiro abbastanza potente, deviazione di Mauri e palla in rete, con Mirante battuto. Il gol dovrebbe tranquillizzare i nerazzurri ed invece gli addormenta completamente e il Parma, tutt'altro che arrendevole, reagisce a al 38' Belfodil scappa sull'out di destra, finta su Ranocchia e tira, bell'intervento dell'ex Felipe il quale è bravissimo a contrastare l'algerino. Il Parma insiste, al 40' punizione di Costa deviata sulla barriera e al 45' giunge al pareggio: cross di Varela, Lila si inserisce tra Medel e Juan Jesus e di testa batte Handanovic.

La ripresa vede Kovacic in campo, al posto di Puscas e proprio il nuovo entrato, al 53', cerca il colpo vincente di testa su cross di Juan Jesus, ma il pallone termina a lato. Nulla di fatto. L'Inter alza il baricentro, il Parma arretra ma la manovra è lenta e Mirante non effettuerà alcuna parata sino alla fine della partita è anzi è il Parma a rendersi pericoloso: al 58' con Varela, bravissimo Brozovic a chiudere in diagonale e al 75' con Belfodil che non sfrutta un bellissimo passaggio di Ghezzal. Il tempo passa inesorabile, l'Inter non riesce mai a tirare in porta e trascorsi i quattro minuti di recupero, il sig. Peruzzo fischia la fine della partita ed insieme al suo fischio si odono i fischi del non numeroso pubblico di San Siro.

Guarin, autore del tiro, poi deviato, che porta in vantaggio l'Inter