CAMPIONATO 2014/15

Roma, 30 novembre 2014 - XIII° giornata

Roma - Inter 4-2

Roma: De Sanctis, Maicon, Manolas, Astori, Holebas, Pjanic, Keita (63' De Rossi), Nainggolan, Gervinho, Totti (84' Iturbe), Ljajic (63' Florenzi). A disposizione: Skorupski, Yanga-Mbiwa, Cole, Borriello, Destro, Paredes, Torosidis, Somma, Emanuelson. Allenatore: Rudi Garcia

Inter: Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Dodò (81' Icardi), M'Vila (66' Kovacic), Medel (81' Obi), Kuzmanovic, Guarin, Osvaldo, Palacio. A disposizione: Carrizo, Berni, Andreolli, Mbaye, D'Ambrosio, Krhin, Donkor, Bonazzoli. Allenatore: Roberto Mancini

Reti: 21' Gervinho, 36' Ranocchia, 46' Holebas, 57' Osvaldo, 60' e 91' Pjanic

Arbitro: Mazzoleni Pier Silvio di Bergamo; Assistenti: Vuoto, Meli; Assistenti addizionali: Rizzoli, Damato; IV° uomo: Passeri

Note: spettatori paganti 41.701; ammoniti al 15' Ranocchia, 44' Keita, 55' Palacio, 90' Guarin; espulso al 62' Mancini; angoli 7 a 4 per la Roma; recupero pt 2', st 3'

ROMA - Calcio d'inizio per l'Inter che va subito in avanti con Campagnaro che crossa in area dove De Sanctis blocca senza problemi. L'Inter gioca bene e al 3' si conquista un calcio di punizione, batte Kuzmanovic ma il pallone è lungo per tutti. La roma risponde con Maicon che si conquista un calcio d'angolo senza esiti. E' Maicon il più pericoloso per la Roma e all' 8' cerca Gervinho il quale è anticipato da Campagnaro ancora in angolo. Al 13' Dodò entra in area giallorossa contrastato da dietro da Ljajic, il terzino nerazzurro cade a terra ma per Mazzoletti è semplice rimessa dal fondo. Al 19' tiro di Ljajic con Handanovic che respinge due minuti dopo Roma in vantaggio: Totti tocca la sfera per Maicon che mette in moto Ljajic il quale mette in area nerazzurra dove Gervinho, completamente solo, non ha difficoltà a mettere la sfera in rete. L'Inter non si demoralizza e al 25' Kuzmanovic ha l'occasione per il pareggio, gran bel tiro da centro area giallorossa e De Sanctis compie una vera prodezza deviando la palla in angolo. Osvaldo è sistematicamente martoriato dai giallorossi e al 31' è fermato in contropiede da bel quattro avversari, Mazzoleni fischia incredibilmente punizione contro l'attaccante nerazzurro. Al 34' gol annullato a Gervinho per un netto fuorigioco e al 36' l'Inter perviene al pareggio: calcio d'angolo per i nerazzurri battuto da Kuzmanovic, Ranocchia svetta più in alto di tutti e pallone che termina alle spalle dei De Sanctis. La Roma tenta di reagire ma al 43' l'Inter sorprende la difesa romanista con un lancio per Osvaldo che non riesce ad agganciare. 2 minuti di recupero e le due squadre vanno al riposo in parità.
Il secondo tempo inizia sotto la pioggia e con la Roma che alla prima azione trova la rete con il greco Holebas: Holebas conquista palla a centrocampo, salta tre nerazzurri e con una staffilata di sinistro dal limite dell'area batte Handanovic. Al 53' traversone di Kuzmanovic per Osvaldo il quale lo stoppa di petto e lo gira in rovesciata verso la porta romanista, pallone che esce a lato di un soffio. Passano quattro minuti e l'Inter pareggia per la seconda volta: cross di Dodò, pallone ad Osvaldo il quale tira prontamente, sfera deviata da Astori e De Sanctis è battuto. La Roma reagisce subito e due minuti dopo, Nainggolan si presenta davanti ad Handanovic, pronto tiro e bella parata del portiere nerazzurro che però due minuti dopo non può far nulla sul tiro di Pjanic: ennesima scorribanda sulla destra di Gervinho, pallone a Totti il quale non riesce a colpire bene la palla e cade a terra, batti e ribatti in area nerazzurra con Totti che, sempre da terra, serve l'assist perfetto per Pjanic il quale colpisce a botta sicura e riporta in vantaggio la Roma. Il colpo per l'Inter è tremendo, ma è un'Inter diversa da quella delle scorse partite e al 67' sfiora il pareggio con Medel che recupera un buon pallone e di sinistro tira verso la porta avversaria, il tiro è precisissimo e velenoso ma De Sanctis è veramente bravo e riesce a deviare in calcio d'angolo. Con il passar del tempo la gara scende di ritmo, con l'Inter che si sbilancia sempre più in avanti e con la Roma che sfiora il quarto gol in un paio di occasioni con il nuovo entrato Iturbe, poi nel primo minuto di recupero, Guarin commette fallo al limite dell'area, punizione battuta da Pjanic e pallone che termina in rete per la quarta volta. È il sigillo che chiude l'incontro con un risultato troppo severo per l'Inter vista oggi a Roma.

Colpo di testa di Ranocchia ed è 1 a 1

Osvaldo ha appena segnato il gol del 2 a 2