CAMPIONATO 2014/15

Milano, 23 novembre 2014 - XII° giornata

Milan - Inter 1-1

Milan: Diego Lopez, Rami, Zapata, Mexes, De Sciglio, Essien, Muntari (75' Poli), Bonaventura, Menez, El Shaarawy, Torres (72' Honda). A disposizione: Abbiati, Agazzi, Saponara, Pazzini, Albertazzi, Montolivo, Niang, Van Ginkel, Armero, Zaccardo. Allenatore: Filippo Inzaghi

Inter: Handanovic, Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Dodò, Guarin, Kuzmanovic, Obi (72' Hernanes), Kovacic (93' M'Vila), Icardi (88' Osvaldo), Palacio. A disposizione: Carrizo, Berni, Andreolli, Campagnaro, Vidic, D'Ambrosio, Krhin, Donkor, Bonazzoli. Allenatore: Roberto Mancini

Reti: 22' Menez, 60' Obi

Arbitro: Guida Marco di Torre Annunziata; Assistenti: Nicoletti, Marzaloni; Assistenti addizionali: Banti, Valeri; IV° uomo: Meli

Note: spettatori paganti 79.143 per un incasso record per il Milan di 3.324.594 euro; ammoniti 27' Mexes, 32' Obi, 65' Bonaventura, 68' Juan Jesus; angoli 9 a 4 per il Milan; recupero pt 1', st 4'

MILANO - La partita si apre con l'Inter in avanti e al 2' lancio in profondità per Icardi che, lanciato in corsa verso l'area, è trattenuto vistosamente da Mexes e cade fuori area, per Guida e suoi collaboratori non è successo niente e la partita prosegue senza che venga preso alcun provvedimento. All'8' occasionissima per Icardi: Muntari sbaglia un passaggio e offre il pallone a Icardi che si lancia verso la rete e si trova davanti a Diego Lopez, tiro di esterno che però è troppo lento e che viene respinto, di piede, del portiere. L'Inter è padrona del campo e al 12' trova ancora la conclusione con Guarin da fuori area, Diego Lopez è attento e para in due tempi. Al 13' incursione di Dodò che è fermato da Muntari con un intervento di piede sul pallone ma il gomito è altissimo, impatto sul viso del difensore nerazzurro che gli provoca una ferita al labbro, anche in questo caso il sig. Guida sorvola. L'Inter gioca e il Milan passa improvvisamente in vantaggio: al 23' Obi perde un pallone a centrocampo, Essien apre per El Shaarawy sulla sinistra il quale traversa dentro l'area, pallone che giunge a Menez che tutto solo, con un tocco morbido e di prima, batte Handanovic. La partita aumenta di intensità e quando Guarin trova spazio per correre Mexes lo stende, questa volta Guida non può esimersi dall'ammonizione per il capitano rossonero. Il finale di tempo vede l'Inter alla ricerca del pari ma ad eccezione di un paio di calci d'angolo, non si rende pericolosa e alla fine la prima frazione di gioco termina con i rossoneri in vantaggio.

La ripresa inizia con l'Inter in avanti, ma è ancora il Milan a rendersi pericoloso al 51' con Bonaventura che va vicino al raddoppio con un tiro che deviato da Ranocchia per poco non beffa Handanovic. L'Inter accelera ancora e al 55' batti e ribatti in area rossonera, alla fine il pallone giunge a Icardi che tutto solo calcia incredibilmente alto. Al 60' l'Inter pareggia: Zapata respinge male e Obi si avventa sulla palla e malgrado sia contrastato da Essien riesce a far partire un tiro di sinistro che batte Diego Lopez. Al 72' ancora una svista arbitrale: Dodò, appena si libera del pallone, è spinto platealmente e violentemente da Rami e ancora una volta nessuno dei cinque arbitri arbitri vede nulla. al 75' improvvisa fiammata del Milan; El Shaarawy scappa e si trova da solo davanti a Handanovic, tiro e traversa clamorosa. Al 79' tocca all'Inter colpire un legno: azione Nagatomo Guarin, traversone di quest'ultimo per Icardi il quale, con una girata al volo, scheggia l'incrocio dei pali. Ancora qualche potenziale occasione pericolosa da entrambe le parti e poi proprio allo scadere dei quattro minuti di recupero il Milan rischia di segnare, ma il tiro di Poli, da dentro l'area di rigore nerazzurra, è deviato fuori da Ranocchia.

Tiro di Obi e pallone che termina in rete