COPPA ITALIA 2012/13
Quarti di finale
Milano, 15 gennaio 2013

Inter – Bologna 3-2 (dts)


Marcatori: 34' Guarin, 77' Palacio, 80' Diamanti, 84' Gabbiadini, 120' Ranocchia

Inter:  Handanovic, Silvestre, Ranocchia, Juan Jesus, Jonathan (88' Mudingayi), Zanetti, Benassi (46' Cambiasso), Pereira, Guarin, Rocchi (60' Palacio), Cassano. A disposizione: Belec, Di Gennaro, Mariga, Gargano, Chivu, Mbaye, Duncan, Bessa, Livaja.
Allenatore: Andrea Stramaccioni.

Bologna:  Agliardi, Morleo, Antonsson (70' Kone), Gilardino, Motta, Perez, Guarente (46' Pazienza), Diamanti, Sorensen, Pasquato (55' Gabbiadini), Portanova. A disposizione:  Curci, Stojanovic, Krhin, Pulzetti, Abero, Cherubin, Paponi, Riverola, Kone, De Carvalho.
Allenatore: Stefano Pioli.

Arbitro: Luca Banti (sez. arbitrale di Livorno).

Note: Spettaori paganti 8.734. Ammoniti: 15' Guarente, 77' Gilardino, 80' Pereira, 93' Gabbiadini, 96' Ranocchia, 100' Mudingayi, 111' Motta. Angoli 11 a 9 per il Bologna. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 4’.

MILANO - Inter-Bologna, nel nome di Arpad Weisz, si conclude - all'ultimo minuto dei supplementari - con la vittoria dei nerazzurri per 3-2, gol-partita di Andrea Rannocchia, dopo che alla fine dei 90 minuti il risultato era sul 2-2. La squadra di Andrea Stramaccioni conquista l'accesso alla semifinale di Tim Cup.

Ma partiamo dall'inizio. Passano dai piedi di Cassano le azioni pericolose del primo tempo, con il Bologna che risponde con altrettante sortite offensive dei suoi, fino a quando al 34' è però Guarin - servito guardacaso proprio da Cassano - a sbloccare il risultato, con un destro imprendibile. Ottavo gol stagionale per lui. Sono quindi Gilardino prima e Diamanti poi che provano a trovare il pari ma a dire loro di no c'è Handanovic.

Nella ripresa non mancano i tentativi dei rossoblu - Gilardino su tutti - ma l'Inter tiene bene il campo e mantiene il vantaggio, sfiorando addirittura il raddoppio con le occasioni di Cassano e del subentrato Palacio. Ed è proprio quest'ultimo, al 77' , che parte in contropiede e la mette dentro con un destro a giro da fuori (dodicesimo gol stagionale). Tre minuti dopo e Diamanti, anche lui con una grande rete, riapre i giochi su punizione. L'Inter rischia quindi di essere riacciuffata, con Ranocchia che per anticipare Gilardino va di testa e colpisce il palo della propria porta. Scampato questo pericolo, i nerazzurri non riescono però a opporsi a Gabbiadini, che al 84' con un tocco di sinistro la mette dentro. Al 86' viene annullato il 3-2 dei nerazzurri: in mischia la palla viene messa dentro da Ranocchia, l'arbitro segnala fuorigioco. Più che generosamente.

Si va ai supplementari: reti inviolate nel primo quarto d'ora, palo di Zanetti nel secondo. A una manciata di secondi dai calci di rigore, San Siro esplode però di gioia: Ranocchia porta l'Inter alla vittoria, di testa. I nerazzurri si conquistano l'accesso alla semifinale di Tim Cup dove affronteranno la vincente di Fiorentina-Roma.


Guarin porta in vantaggio l' Inter

 

Palacio realizza il gol del raddoppio

 

Ranocchia segna il gol qualificazioni