Stagione 2011/12

 

Una nuova stagione ha inizio ed ancora un cambio d' allenatore per l'Inter: al posto di Leonardo "fuggito" al Paris Saint-Germain viene chiamato Gian Piero Gasperini. Il primo impegno ufficiale per il nuovo tecnico non poteva iniziare nel peggiore dei modi: finale di supercoppa Italiana a Pechino e sconfitta per 2 a 1 ad opera del Milan. In campionato non inizia certo meglio, sconfitta a Palermo e in Champions League ennesimo tonfo, sconfitta in casa contro il Trabzonspor e di conseguenza l'avventura di Gaperini finisce subito: il 20 settembre ancora una sconfitta, a Novara, e il presidente Moratti decide di esonerarlo chiamando al suo posto Claudio Ranieri. Con Ranieri le cose sembrano cambiare rotta e si arriva a collezionare ben sette vittorie consecutive passsando dai bassi fondi della classifica a sfiorare i primissimi posti. Poi però si ricomincia a perdere e il 25 marzo 2012 Ranieri si siede per l'ultima volta sulla panchina nerazzurra, sconfitta in casa della Juventus, esonero e al suo posto viene chiamato Andrea Stramaccioni che tanto bene si sta comportando con la squadra primavera. Con Stramazzioni in panca alla fine si conquista un sesto posto che vale l'ingresso in Europa League. Di questo campionato c'è da salvare soltanto il doppio succeso nei derby, 1 a 0 all'andata e 4 a 2 nel ritorno, per il resto meglio scordarsi tutto. In Champions League le cose non sono andate meglio e si viene eliminati negli ottavi di finale dalla non certo inresistibile squadra del Olympic Marsiglia. In Coppa Italia non è toccata migliore sorte e si viene eliminati nei quarti dal Napoli. Dopo ben sette stagioni consecutive in cui si è vinto sempre qualche trofeo, questa volta si rimane a bocca asciutta.



La rosa della stagione

 

Una formazione della stagione

 

 

Allenatori

Gasperini Gian Piero

 


Ranieri Claudio

 

Stramaccioni Andrea

 

Presidente

Massimo Moratti
In carica dal 2006