SUPERCOPPA ITALIANA 2010

Milano, 21 agosto 2010

Inter - Roma 3 - 1

Marcatori: 21' Riise, 42' Pandev, 70' e 80' Eto'o.

Inter: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu; Zanetti (1' st Stankovic), Cambiasso; Pandev (34' st Mariga), Sneijder (43' st Materazzi), Eto'o; Milito.
A disposizione: Castellazzi, Cordoba, Coutinho, Biabiany.
Allenatore: Rafael Benitez

Roma: Lobont; Cassetti, Mexes, Juan, Riise; Perrotta, Pizarro (9' st Taddei), De Rossi; Menez (38' st Okaka); Totti, Vucinic (22' st Adriano).
A disposizione: Doni, Taddei, G.Burdisso, Brighi, Rosi.
Allenatore: Claudio Ranieri

Arbitro: Mauro Bergonzi (Sez. Arbitrale di Genova)
Note. Ammoniti: 26' Perrotta, 17' st Cambiasso, 40' st Okaka, 41' st Samuel. Spettatori: 65.860

Esordio vincente per l'Inter e Rafael Benitez che conquistano, insieme, il primo trofeo della stagione 2010-2011. Arriva il quarto titolo, arriva con un gol di un ex laziale, Goran Pandev, e una super doppietta di Samuel Eto'o, il mattatore della ripresa. Inter batte Roma, l'avversario più bello e più duro, e dopo averle negato la gioia di scudetto e Coppa Italia, fa sua anche la Supercoppa. Salgono così a cinque le edizioni conquistate (1989, 2005, 2006 e 2008-2010) che consacrano i nerazzurri al posto di primatisti appaiando il Milan.

PRIMO TEMPO - Per l'esordio in campo al 'Meazza', Benitez schiera Julio Cesar tra i pali, Maicon, Lucio, Samuel e Chivu sulla linea difensiva. Mediana tutta argentina con Zanetti e Cambiasso alle spalle del tris composto da Pandev, Sneijder, Eto'o. Unica punta, il principe Milito. Annunciato il forfait di Julio Sergio, nella Roma, c'è Lobont tra i pali, mentre parte dalla panchina l'ex nerazzurro Adriano al quale il tecnico giallorosso preferisce il tandem Totti-Vucinic. È Milito a rompere il ghiaccio, idea ben lontana dal caldo torrido che l'odierna serata milanese propone, con un tocco morbido per un pallonetto che termina alto sopra la traversa (2'), mentre dall'altra parte Riise spreca il corner conquistato da Cassetti provando il tiro dalla distanza. Dal 7' è ancora solo Inter: prima Maicon dalla destra lancia al centro, palla troppo lunga per Milito che non aggancia di pochissimo sotto la porta di Lobont, Sneijder replica con il suo genio ma c'è Perrotta a mettere sul fondo. Ed è ancora l'olandese al 10' sfiorare il vantaggio dopo un assist perfetto di Eto'o, destro potente, palla che accarezza la traversa di Lobont. Julio Cesar risponde presente e lo fa nel modo migliore quando si oppone con decisione alla conclusione da poca distanza di Vucinic innescato da Totti. Almeno 16mila i tifosi giallorossi e San Siro trattiene il respiro quando, al 15', Menez sfiora il vantaggio sorpassando Samuel e mirando la rete con un diagonale che attraversa tutta la porta di Julio Cesar. Lo scambio, al limite dell'area di Pandev-Milito e Maicon avvicina Eto'o all'emozione del gol ma il camerunese sotto porta è anticipato dalla difesa giallorossa. È la Roma ad andare in vantaggio: al 21' l'azione Riise-Pizarro-Cassetti manda in rete il norvegese, Julio Cesar può solo sfiorare il pallone che termina nell'angolino basso. L'Inter non si abbatte, anzi insiste riprendendo il dominio del campo: per fermare Eto'o al 26' ci vuole un fuorigioco, mentre è direttamente Lobont ad opporsi alla conclusione di Chivu alla mezzora; il portiere giallorosso spegne anche le speranze di Maicon al 33'. Eto'o-Cambiasso-Sneijder e l'olandese non ci pensa troppo su quando al 38' conclude con potenza dalla distanza, Roma salva di poco, la palla accarezza il palo e termina sul fondo. Un ex laziale forse ce l'ha scritto nel destino, ma quando Goran Pandev si trova tra i piedi la palla , il mecedone è un un fulmine e approfittando dell'errore difensivo Vucinci-Juan batte Lobont per l'1-1.Al 45', squadre a riposo sull'1-1.

SECONDO TEMPO - Stankovic al posto di Zanetti è la novità della ripresa nelle fila nerazzurre; per il capitano un cambio precauzionale dopo un indurimento muscolare del polpaccio sinistro. La Roma, in campo con gli stessi undici di partenza, ci prova al 6' con Menez che calcia al volo verso Julio Cesar, ma non trova lo specchio della porta. Eto'o cerca il gol al 17', ma al 18' è anche Riise ad andarci vicinissimo sul calcio di punizione che trova pronta risposta di Julio Cesar. Milito il gol lo trova al 20', raccogliendo sotto porta il passaggio di Eto'o, ma il fischio di Bergonzi aveva già interrotto l'azione. Da annotare che il camerunese è in posizione regolare quando viene servito da Cambiasso e la bandierina si alza su Eto'o non su Milito. Ma il bomber nerazzurro non si arrende e riporta l'Inter al comando 5' dopo: Lucio ne fa fuori tre e consegna palla a Milito, a Eto'o basta una finezza e il 2-1 è servito. 80' Eto'o ruba palla sulla tre quarti a Taddei, triangola con Sneijder e batte Lobont di sinistro, il portiere tocca ma non trattiene. Milito sfiora il 4-1, ma a tu per tu con Lobont deve arrendersi al muro Mexes che intercetta. Manca poco, ma la Roma continua a provarci, il tiro di Mexes dal limite, costringe Julio Cesar a superarsi nella presa. Dopo 3' minuti di recupero, Inter-Roma si chiude sul 3-1. Va ai nerazzurri la Supercoppa italiana 2010, il primo trofeo della stagione nerazzurra.

Pandev segna il gol del pareggio

Eto'o segna il gol del vantaggio

Eto'o segna il terzo gol