CAMPIONATO 2008/09

XXVIII° giornata

Milano, 15 marzo 2009

 

INTER   2

Fiorentina   0

Julio Cesar

Frey

Maicon

Comotto

Samuel

Gamberini

Chivu

Kroldrup

(46’ Figo)

(85’ Bonazzoli)

Santon

Vargas

Zanetti

Jorgensen

Cambiasso

(80’ Donadel)

Muntari

Kuzmanovic

Stankovic

(75’ Jovetic)

(85’ Rivas)

Felipe Melo

Ibrahimovic

Montolivo

Balotelli

Gilardino

(81’ Mancini)

Mutu

All. Mourinho

All. Prandelli

 

Arbitro: Daniele Orsati di Schio

Marcatori:  11’  e 94’ Ibrahimovic

 

Inter-Fiorentina è, innanzitutto, la partita di Javier Zanetti che, stasera, tocca un traguardo storico eguagliando, con 634 partite in maglia nerazzurra, il grande Giacinto Facchetti, ma è anche quella di tutta l'Inter, che dopo aver salutato con onore l'Europa, allo stadio "Meazza" era chiamata a mostrare una grande reazione in campionato. E così ha fatto: l'Inter ha battuto la Fiorentina 2-0, di Ibrahimovic la doppietta che porta i nerazzurri a 66 punti in classifica. PRIMO TEMPO - Con Burdisso, Materazzi e Cordoba infortunati, José Mourinho sceglie Samuel e Chivu come coppia centrale difensiva accanto a Maicon, a destra, e Santon, a sinistra. A centrocampo, accanto a Zanetti e Cambiasso, torna Sulley Muntari. Con Stankovic trequartista gli antagonisti di Gilardino e Mutu sono Ibrahimovic e Balotelli.
Al minuto 5 si fa vedere la Fiorentina con un traversone di Comotto per Gilardino, ma il pallone è un pò troppo lungo e l'ex attaccante milanista non trova il giusto inserimento. Al 10' Julio Cesar fa il miracolo: dopo una scivolata di Chivu, Gilardino guadagna in solitaria l'area, serve Mutu ma il portiere brasiliano, a tu per tu con il rumeno, è prontissimo a evitare il vantaggio viola con i piedi.
I nerazzurri, in campo per la seconda partita consecutiva con la maglia rossocrociata che celebra il centenario, rispondono direttamente con un gol: all' 11', Balotelli batte una punizione dalla destra, Ibrahimovic dopo aver sfiorato il pallone con la gamba, se la ritrova in testa ed è lucido e rapido a infilarla in porta per l'1-0. Al 14' seconda parata decisiva del numero 12 nerazzurro che chiude in modo perfetto su un colpo di esterno di Gilardino. Al 22' Balotelli, dalla bandierina, crossa a centro area, Samuel colpisce di testa ma la deviazione di Gamberini agevola la parata di Frey. Al 27' grande rasoterra angolatissimo di Stankovic che termina, di un soffio, alla sinistra del portiere francese. Alla mezz'ora di gioco, Comotto ci prova con un traversone, Melo raccoglie e di testa spedisce la palla verso Julio Cesar che para senza problemi. Al 40' cross di Vargas dalla sinistra, girata al volo di Gilardino che di esterno destro cerca direttamente la porta, ma ancora una volta, Julio Cesar salva tutto deviando in angolo. Al 43' Melo controlla di petto, scarica su Jorgensen che mira l'incrocio dei pali ma la palla è di poco alta sulla traversa. Senza nessun minuto di recupero, il primo tempo di Inter-Fiorentina si chiude sull' 1-0. SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con Luis Figo al posto di Christian Chivu, fuori per un riacutizzarsi dei problemi muscolari alla coscia destra per il difensore rumeno, e Cambiasso indietreggiato sulla linea difensiva. Al minuto 7 Julio Cesar alza in angolo sopra la traversa, un destro improvviso di Moltolivo dalla lunga distanza. Al 12' Maicon, in azione personale, lancia un diagonale, forte e teso che termina fuori sul primo palo. Cinque minuti dopo, il difensore brasiliano ci prova di nuovo con un traversone pericolosissimo che nessun nerazzurro riesce a raccogliere, il successivo contropiede della Fiorentina si chiude con Mutu che entra in area da destra, calcia con Julio Cesar in uscita, ma la palla termina sul fondo. Al 25' bel lancio di Balotelli per Ibrahimovic che controlla al centro dell'area, ma scivola per un problema alla caviglia. Al 33' altro spunto dell'attaccante svedese che serve un traversone al centro area, ma Jorgensen ribatte. Tre minuti dopo Samuel salva il risultato, deviando in angolo un tiro di Donadel dai venti metri, già respinto da Julio Cesar. Al 39' cross perfetto di Maicon per Stankovic ma il serbo è anticipato da Frey. Al 42' traversone di Santon dalla sinistra per Figo che in area riesce a stoppare e tirare ma il francese para ancora. Al 45' l'Inter sfiora il raddoppio con Santon: Ibrahimovic mette un pallone gustosissimo per il difensore diciottenne ma un super Frey para con i piedi. Sullo scadere del recupero, grande gol di Ibra che su punizione,  sferra un destro violentissimo (109 kilometri orari) che sbatte sotto la traversa e poi entra in rete per il 2-0.