COPPA EUROPA CENTRALE 1933

Milano, 09 luglio 1933 – andata semifinale

Ambrosiana Inter – Sparta Praga 4-1

Ambrosiana Inter: Ceresoli, Agosteo, Allemandi, Pitto, Viani, Castellazzi, F. Frione, Serantoni, Meazza, A. Demaria, Levratto. Allenatore: Weisz

Sparta Praga: Ledvina, Burger, Ctyroky, Kostalek, Boucek, Sedlacek, Pelcner, Klotz, Braine, Nejedly, Koubek

Reti: 9’ Levratto, 35’, 40’ e 44’ Demaria, 75’ Nejedly

Arbitro: Miesz (Austria)

Note: spettatori 15.000 circa. Primo tempo di netto dominio dei padroni di casa che al 9’ minuto passano in vantaggio con Levratto il quale, servito da Demaria, lascia partire un gran tiro con il pallone che tocca terra davanti a Ledvina e s’insacca in rete. L’Ambrosiana Inter continua ad attaccare, sbaglia alcune favorevoli occasioni e al 35’ raddoppia con Demaria: passaggio di Meazza, Demaria si fionda verso l’area avversaria e prima che Burger gli vada addosso, lascia partire un gran tiro con il pallone che s’insacca nell’angolo alto sulla destra dell’estremo difensore ospite. Passano cinque minuti e Demaria porta a tre i gol nerazzurri con un bel tiro rasoterra sulla sinistra di Ledvina. Al 44’ quarto e ultimo gol nerazzurro: Serantoni lancia ancora una volta Demaria che tira prontamente e ancora una volta Ledvina deve raccogliere il pallone dal fondo della sua rete. La ripresa vede i nerazzurri, anche perché visibilmente stanchi, controllare l’incontro e gli ospiti venire in avanti. Dopo un paio d’occasioni mancate e un calcio di rigore, assegnato per fallo su Kloc, neutralizzato da Ceresoli, tiro di Braine, al 75’ giunge il meritato punto della bandiera ospite con Neiedly che batte da pochi passi il portiere nerazzurro.