CAMPIONATO 1997/98


Milano, 28 marzo 1998 - XXVII° giornata

Inter - Vicenza 2-1

Inter: Pagliuca, Bergomi, Sartor, Colonnese, J. Zanetti, Moriero, Winter (71’ Zè Elias), Simeone, Cauet (57’ Djorkaeff), Kanu (46’ Zamorano), Ronaldo. Allenatore: Simoni

Vicenza: Brivio, Stovini, Mendez, Belotti, Dicara, Coco, Schenardi (62’ Ambrosini), Di Carlo, Firmani (62’ Zauli), Ambrosetti (75’ Beghetto), Luiso. Allenatore: Mondonico

Reti: 67’ Simeone, 81’ Colonnese (aut), 94’ Ronaldo (r)

Arbitro: Messina di Bergamo

Note: Angoli 10 a 2 per l’Inter. Spettatori paganti e abbonati 64.674 per un incasso di 1.943.594.000 lire. Al 73’ espulso Dicara per fallo su Ronaldo. Primo tempo che vede l’Inter cozzare contro il muro eretto dal Vicenza, risultato inchiodato sul 0 a 0 e tutti a prendersi un te. La ripresa inizia con Zamorano che sostituisce Kanu e con l’Inter che attacca a testa bassa. Al 67’ Moriero mette l’ennesimo pallone in area vicentina, svetta di testa Simeone ed è finalmente gol. Ora la partita è ancora più saldamente tra le mani dell’Inter che però si fa sorprendere al 81’ da una grande giocata di Zauri che sfrutta una indecisione di Zè Elias ed entra in area, gran diagonale sulla cui traiettoria si intromette Colonnese che devia il pallone alle spalle di Pagliuca. A questo punto l’Inter mette sotto assedio il Vicenza ed al 94’ Ronaldo cade a terra in piena area di rigore dopo aver ricevuto una “scarpata” da Stovini, Messina, che in precedenza non aveva fischiato un rigore su Kanu e sullo stesso Ronaldo, mette il fischietto in bocca ed indica il dischetto del rigore. Sul pallone si presenta Ronaldo che con freddezza mette alle spalle di Brivio e firma la sofferta vittoria nerazzurra.