CAMPIONATO 1951/52

Milano, 15 giugno 1952 – XXXVII° giornata

Inter - Bologna 2-2

Inter: Ghezzi, Blason, Giacomazzi, Fattori, Giovannini, Neri, Armano, Wilkes, Lorenzi, Miglioli, Savioni. Allenatore: Olivieri Aldo

Bologna: Vanz, Giovannini, Ballacci, Pilmark, Mezzadri, Jensen, Cervellati, Gritti, Cappello, Campatelli, Tacconi.

Reti: 19’ Cappello, 24’ Campatelli, 30’ Lorenzi, 82’ Wilkes

Arbitro: Gemini di Roma

Note: spettatori 15.000 circa per un incasso di 6.000.000 di lire. Inizio di gara con il Bologna che prima spreca diverse occasioni da gol, specie con Gritti, e poi passa in vantaggio con un gran tiro di Cappello, su passaggio di Jensen, che manda il pallone nell’angolo alto alla sinistra di Ghezzi. Passano cinque minuti e il Bologna raddoppia con un tiro di Campelli, il pallone, che sembra radiocomandato, evita una selva di gambe e si infila in rete tra lo stupore generale. L’Inter reagisce al doppio svantaggio e al 30’ riduce le distanze: Lorenzi se ne va tutto solo senza che nessun avversario lo affronti, Vanz esce dalla porta e Lorenzi lo supera con un tiro a giro. Nella ripresa ci si aspetta un’ Inter ansiosa di pervenire al pareggio ed invece è il Bologna a sprecare alcune occasioni per mettere al sicuro il risultato. Poi, dopo un gol non concesso al Bologna, pallone respinto oltre la linea bianca da Giovannini, all’ 82’, l’Inter trova il gol del pareggio: azione personale di Wilkes che sfugge alla marcatura di Jensen, supera, facendolo cadere, un’ altro avversario con una finta, ne evita ancora un’altro, entra in area e batte con un tiro a parabola Vanz uscitogli incontro.