CAMPIONATO 1938/39

Milano, 12 febbraio 1939 – XVIII° giornata

Milano - Ambrosiana Inter 3-1

Milano: Zorzan, Perversi, Bonizzoni, Remondini I, Bortoletti I, Gianesello II, Capra II, Antonini I, Boffi, Scagliotti, Buscaglia I. Allenatore: Banas

Ambrosiana Inter: Peruchetti, Buonocore, Setti, Locatelli, Olmi, Campatelli, P. Ferraris, A. Demaria, Barsanti, Meazza, Candiani. Allenatore: Cargnelli Tony

Reti: 22’ Boffi (r), 80’ Buscaglia, 88’ Scagliotti, 90’ Candiani

Arbitro: Mattea di Torino

Note: giornata soleggiata, terreno in perfette condizioni, spettatori 30.000 circa per un incasso di 257.000 lire. Primo tempo con leggero predominio del Milano che si porta in vantaggio al 22’ minuto con un calcio di rigore calciato da Boffi e accordato per un inutile fallo di mano da parte di Setti. Al 30’ l’Ambrosiana Inter ha l’occasione per pareggiare: Meazza passa la palla a Barsanti che tira prontamente da una decina di metri, pallone che si dirige verso l’angolo alto alla destra di Zorzan il quale, con un tuffo prodigioso, riesce a raggiungere la sfera e a respingere. La ripresa inizia con i nerazzurri che partono all’attacco e al 50’ hanno l’occasione per pareggiare: Candiani si proietta in area avversaria ed è platealmente atterrato, l’arbitro Mattea fischia il calcio di rigore che Meazza tira debolmente e facilita l’intervento di Zorzan che respinge salvando il risultato. Passano soltanto due minuti e Candiani è ancora una volta steso in area, questa volta, anche se il fallo è ancora più grave di quello precedente, il sig. Mattea non se la sente di fischiare la massima punizione e fa proseguire il gioco. L’Ambrosiana Inter continua ad attaccare fino alla fine ma all’ 80’ è il Milano a raddoppiare con un gran destro al volo di Buscaglia e all’ 88’ i milanisti triplicano con Boffi direttamente su calcio di punizione. Al 90’ il gol della bandiera dell’Ambrosiana Inter: lo segna Candiani a conclusione di una caotica mischia in cui in porta, oltre il pallone, ci finisce anche Demaria.