CAMPIONATO 1938/39

Milano, 15 gennaio 1939 – XIV° giornata

Ambrosiana Inter - Livorno 3-1

Ambrosiana Inter: Peruchetti, Buonocore, Colombo, Locatelli, Olmi, Campatelli, P. Ferraris, A. Demaria, Meazza, Ferrari, Candiani. Allenatore: Cargnelli Tony

Livorno: Bulgheri, Bonaccorsi I, Rosso, Lombatti, Viani I, Bergamini, Neri, Stura, Viani II, Zidarich, Conti.

Reti: 32’ Candiani, 65’ Ferraris, 69’ Viani II, 78’ Olmi

Arbitro: Scotto di Savona

Note: partita giocata sotto la pioggia, terreno pesante. Un palo per parte, di Meazza per i nerazzurri e di Viani II per il Livorno, e poi al 32’ Ambrosiana Inter in vantaggio: allungo di Ferrari, uscita di Bulgheri, pallone a Candiani che elude l’uscita del portiere girandosi su se stesso e mette il pallone nella rete ormai incustodita. Al 34’ avanzata di Meazza con tiro a lato, l’attaccante cade a terra ed è colpito alla nuca da Lombardi, l’arbitro non vede niente e Meazza è costretto ad abbandonare il campo lasciando la sua squadra in dieci uomini. La ripresa inizia con le due squadre in parità numerica e con l’Ambrosiana Inter che si rovescia in attacco, al 55’ Candiani è falciato in piena area ma l’arbitro non vede neanche questa volta e lascia proseguire. Passa qualche minuto e Meazza è colpito al viso da Bergamini, l’arbitro non vede per l’ennesisa volta ma è richiamato da un guardalinee, breve dialogo ed espulsione del giocatore livornese. Al 65’ l’Ambrosiana Inter raddoppia con un poderoso tiro di Ferraris che manda il pallone sotto la traversa. Passano quattro minuti e il Livorno accorcia le distanze con Viani II che lanciato da Neri, elude l’uscita di Peruchetti e mette il pallone in rete. Al 78’ l’Ambrosiana Inter segna il terzo gol con Olmi e poco dopo Meazza colpisce un palo. Angoli 9 a 1 per l’Ambrosiana Inter