CAMPIONATO 1938/39

Torino, 18 dicembre 1938 – XI° giornata

Torino - Ambrosiana Inter 2-1

Torino: Olivieri, Brunella, Ferrini, Gallea, Allasio, Neri, Bo, Vallone, Gaddoni, Petron, Ferrero.

Ambrosiana Inter: Sain, Buonocore, Ballerio, Locatelli, Olmi, Vale, Frossi, A. Demaria, Campatelli, Ferrari, P. Ferraris. Allenatore: Cargnelli Tony

Reti: 10’ Petron, 15’ Campatelli, 75’ Gaddoni

Arbitro: Ciamberlini di Genova

Note: temperatura freddissima, cinque gradi sotto zero, terreno completamente gelato ricoperto da uno strato di segatura, spettatori 15.000 circa per un incasso di 125.000 lire. Inizio d’incontro con alterni attacchi e con il Torino che si porta in vantaggio al 10’ minuto: traversone di Ferrero, Sain non riesce a intervenire e pallone che termina a Bo il quale lo mette in centro, i difensori nerazzurri scivolano sul terreno ghiacciato e sfera che termina sui piedi di Petron che la indirizza nell’angolo basso sulla sinistra del portiere nerazzurro. Pronta reazione dei nerazzurri e dopo cinque minuti Campatelli pareggia: Ferrari parte sulla sinistra, supera un avversario e smista sulla destra dove sopraggiunge Campatelli, controllo del pallone e mentre Olivieri gli esce incontro lo supera con un bel tiro a mezza altezza. Verso fine primo tempo il gioco s’incattivisce e ne fanno le spese Olmi, Bo. Frossi e per ultimo Buonocore che riporta la ferita di un labbro e deve lasciare il campo di gioco. La ripresa inizia con l’Ambrosiana Inter in dieci uomini e il Torino tenta da subito d’approfittarne partendo all’attacco. Trascorsi alcuni minuti Buonorore rientra in campo e riporta le due squadre in parità di uomini. Il gioco continua a essere molto duro e lo spettacolo ne risente, di azioni veramente pericolose non ce ne sono e così si giunge al 75’ quando il Torino riesce a pervenire in vantaggio: Gaddoni si cimenta, a metà campo, in duello con Locatelli che ha la peggio, Ferrero ha così via libera verso la porta nerazzurra, supera Buonocore e centra, in piena area è nel frattempo giunto Gaddoni che in tuffo, di testa, raccoglie la sfera e la indirizza in rete sulla destra del portiere, è il gol partita. Ultimi attacchi nerazzurri con alcune occasioni mancate di un soffio e poi il sig. Ciamberlini fischia la fine, Torino batte Ambrosiana Inter 2 a 1.