CAMPIONATO 1936/37


Milano, 4 novembre 1936 – VII° giornata

Ambrosiana Inter - Lucchese 2-2

Ambrosiana Inter: Peruchetti, Buonocore, Ballerio, V. Sala, Turchi, Locatelli, Antona, Bisigato, Meazza, Ferrari, P. Ferraris. Allenatore: Castellazzi Armando

Lucchese: Olivieri, Scher, Perduca, Neri, Dossena, Callegari, Coppa, Marchini, Romagnoli, Andreoli, Gringa.

Reti: 30’ Antona, 37’ Callegari, 52’ Coppa, 64’ Ferrari

Arbitro: Bertolio di Torino

Note: tempo ottimo, spettatori 12.000 circa. Inizio con azioni alterne poi, piano piano, l’Ambrosiana Inter prende il sopravvento senza però essere molto pericolosa. Al 30’ l’Ambrosiana Inter passa in vantaggio con Antona che supera un paio di avversari, converge verso la porta, giunte davanti ad Olivieri e lo batte con un tiro di precisione. La Lucchese non si demoralizza e al 37’ giunge al pareggio: calcio di punizione all’altezza della bandierina per gli ospiti, traiettoria forte e tesa con il pallone che giunge in piena area di rigore, saltano in tanti e tra tutti quanti la spunta Callegaris che di testa devia la sfera in rete. Finale di tempo con l’Ambrosiana Inter che sfiora il vantaggio ma con il punteggio che non varia più. Ripresa dal gioco molto più equilibrato e al 52’ la Lucchese passa in vantaggio con Coppa che, lanciato da Neri, resiste a una carica di Locatelli, si presenta davanti a Peruchetti e lo batte con un gran tiro. In svantaggio, l’Ambrosiana Inter si riversa in attacco e costringe i toscani nella loro metà campo e al 64’ giunge il pareggio: Meazza, Antona e Ferrari si scambiano, velocemente, il pallone in area di rigore con Ferrari che si trova la sfera sul suo destro e la scaglia, con un tiro imparabile, in rete. Passa soltanto qualche minuto e Ferraro può portare i nerazzurri in vantaggio, tiro alto e insidioso e grandissima parata di Olivieri che riesce a respingere la conclusione che per tutti sembrava imparabile. Ancora qualche occasioni per entrambe le squadre e poi la partita finisce con il risultato di parità.