CAMPIONATO 1936/37


Torino, 18 ottobre 1936 – VI° giornata

Juventus - Ambrosiana Inter 1-1

Juventus: Amoretti, Foni, Rava, Depetrini, Monti, Varglien II, Neri, Borel II, Gabetto, Barberis, Menti.

Ambrosiana Inter: Peruchetti, Buonocore, Ballerio, V. Sala, Turchi, Locatelli, Frossi, Bisigato, Meazza, Ferrari, P. Ferraris. Allenatore: Castellazzi Armando

Reti: 44’ Neri, 71’ Frossi

Arbitro: Scarpi di Dolo

Note: giornata soleggiata e tiepida, terreno in ottime condizioni, pubblico numeroso. Prima fase dell’incontro con la Juventus che tenta di portare azioni d’attacco e con l’Ambrosiana Inter che controlla agevolmente e si rende pericolosa con Bisigato e Ferrari i quali mettono a dura prova la bravura del portiere juventino. Verso la fine del tempo la Juventus si rende pericolosa con un tiro di Gabetto che costringe Peruchetti a una parata spettacolare e a un minuto dalla fine passa in vantaggio con Neri il quale raccoglie un lungo lancio all’altezza della bandierina e scaglia il pallone verso Peruchetti, forse è un tiro o forse è un traversone ma la sostanza non cambia, traiettoria che supera le mani protese del portiere nerazzurro e pallone che improvvisamente si abbassa ed entra in rete. Secondo tempo con molte più emozioni della prima frazione, con l’Ambrosiana Inter che tenta di raggiungere il pareggio e col la Juventus che sfiora il raddoppio con Neri il quale tutto solo è anticipato da una uscita fulminea di Peruchetti. Clamorosa occasione fallita da Ferraris che, servito in profondità da Meazza, tira alto da pochissimi passi e al 71’ giunge il meritato gol del pareggio nerazzurro: Ferrari converge al centro e lascia partire un gran tiro che si stampa sulla traversa, pallone che ritorna in campocon una mischia che si forma davanti ad Amoretti, il più lesto di tutti è Frossi e con una puntata manda la sfera in fondo al sacco. E’ pareggio e il risultato non cambia più in quanto l’Ambrosiana Inter è paga del risultato ottenuto, indietreggia e controlla agevolmente gli attacchi juventini.