CAMPIONATO 1936/37

Novara, 20 settembre 1936 – II° giornata

Novara - Ambrosiana Inter 3-5

Novara: Caimo, Bonetti, Galimberti, Barcellino, Mornese, Pelagatta, Bellini, Mariani, Romano, Versaldi, Rizzotti.

Ambrosiana Inter: Peruchetti, Buonocore, Ballerio, V. Sala, Turchi, Locatelli, Frossi, Bisigato, Meazza, Ferrari, P. Ferraris. Allenatore: Castellazzi Armando

Reti: 22’ Frossi, 27’ Meazza, 31’ Ferrari, 50’ Ballerio (aut), 54’ Meazza (r), 60’ Romano (r), 62’ Meazza, 91’ Rizzotti

Arbitro: Ciamberlini di Genova

Note: inizio di partita con le due squadre che si fronteggiano a viso aperto, con i nerazzurri che dimostrano una superiorità stilistica e con i novaresi che controbattono con maggior slancio e velocità. Al 22’ minuto il primo gol della giornata e a segnarlo sono gli ospiti con Frossi che si intrufola in area di rigore avversaria, supera Pelagatti e Galimberti, e batte Caimo con un tiro precisissimo. Al 27’ calcio di punizione a favore dell’Ambrosiana Inter dal limite dell’area, barriera da parte del Novara e ressa di calciatori in area, tira Meazza, con un dolce tocco fa passare la palla sopra la testa di tutti i calciatori e la deposita nell’angolo alto sulla sinistra del povero Caimo che non ha visto, né quando è stata battuta, né chi ha calciato la punizione. Al 31’ terzo gol per l’Ambrosiana Inter: Meazza serve Frossi il quale lancia Ferraris che riceve, pallone che è servito all’indietro all’accorrente Ferrari il quale in piena corsa calcia di destro e batte Caimi alla sua sinistra. La ripresa inizia con il Novara che si riversa in attacco al 50’, riesce ad accorciare le distanze: mischia in area nerazzurra con i difensori che non riescono a ribattere il pallone, lo stesso è calciato da Mariani e Ballerio, nel tentativo di intercettarlo, lo devia, fuori dalla portata di Peruchetti, in rete. Passano quattro minuti e Meazza si invola verso la porta avversaria inseguito da Galimberti. Appena entrato in area di rigore, è scaraventato a terra e l’arbitro non può esimersi dal fischiare il calcio di rigore, tiro di Meazza e pallone in rete. Al 60’ intervento maldestro di Ballerio in piena area di rigore nerazzurra, è calcio di rigore per i padroni di casa che Romano trasforma per il 4 a 2. Ancora due minuti e l’Ambrosiana Inter segna il quinto gol: Ferrari, dalla destra, serve Meazza il quale fila via, attira verso di se il portiere e spedisce la palla in rete con un tocco di gran classe. In pieno recupero il Novara riesce a trovare il suo terzo gol con un bel tiro di Rizzotti che batte nettamente Peruchetti.