CAMPIONATO 1936/37


Milano, 7 marzo 1937 – XXIII° giornata

Ambrosiana Inter - Fiorentina 2-2

Ambrosiana Inter: Degani, Buonocore, Gattoronchieri, V. Sala, Villa, Locatelli, Frossi, Meazza, Campatelli, Ferrari, P. Ferraris. Allenatore: Castellazzi Armando

Fiorentina: Baggiani, Gazzari, Magli, Traversa, Piccini, Tori, Borsetti, Morselli, Viani II, Stella, Conti.

Reti: 20’ Viani II, 34’ Frossi, 53’ Meazza (r), 57’ Stella (r)

Arbitro: Mattea di Torino

Note: dopo un lungo predominio nerazzurro, la Fiorentina mette il muso fuori della propria area e passa in vantaggio con Viani che di testa mette in rete il pallone respinto da Degani, siamo al 20’ minuto. Al 34’ l’Ambrosiana Inter pareggia con Frossi che sfrutta un traversone di Campatelli e realizza da pochi passi. Al 40’ scontro tra Sala e Buonocore, il nerazzurro rimane a terra privo di sensi e deve essere trasportato in ospedale per una sospetta commozione celebrare, Ambrosiana Inter che resta in dieci uomini. Al 53’ Ferraris entra in area di rigore della Fiorentina ed è irregolarmente ostacolato da Traversa, l’arbitro Mattea fischia il calcio di rigore che Meazza trasforma. Passano soltanto quattro minuti e la Fiorentina pareggia: in area di rigore nerazzurra, Gattoronchieri e Viani II si scambiano un calcio, l’arbitro espelle entrambi e assegna un calcio di rigore alla Fiorentina, tira Stella ed è pareggio. Sul finire dell’incontro un tiro di Frossi, che sarebbe certamente finito in rete, è respinto nettamente con una mano da un giocatore della Fiorentina, il sig. Mattea non interviene e alla fine dell’incontro la folla nerazzurra protesta in un modo piuttosto minaccioso. Angoli 9 a 2 per l’Ambrosiana Inter.