CAMPIONATO 1934/35

Milano, 3 febbraio 1935 – XV° giornata

Ambrosiana Inter - Lazio 1-0

Ambrosiana Inter: Ceresoli, Agosteo, Mascheroni, Pitto, Ghidini, Faccio, Porta, A. Demaria, Meazza, De Vincenzi, Vecchi. Allenatore: Feldmann Gyula

Lazio: Blason, Bertagni, Serafini, Viani I, Ferraris IV, Gabriotti, De Maria, Fantoni I, Piola, Bisigato, Levratto.

Rete: 54’ Meazza

Arbitro: Bevilacqua di Viareggio

Note: giornata ventosa, terreno soffice e molle, oltre 20.000 spettatori. Primo tempo con la Lazio a favore di vento, un vento veramente forte, che chiude i nerazzurri nella loro metà campo. Ghidini, Pitto e Mascheroni si sostituiscono a Ceresoli e salvano a porta vuota, cinque calcio d’angolo per il Napoli e nessuno per l’Ambrosiana Inter ma alla fine del primo tempo il punteggio è sullo zero a zero e la ripresa vedrà l’Ambrosiana Inter a favore di vento. La ripresa inizia e incredibilmente il vento si quieta e come se non bastasse, al secondo minuto, scontro tra Meazza e Serafini, il nerazzurro ha la peggio e deve uscire dal campo con una ferita alla testa. Doppia incredibile parata di Blason e al 54’ Meazza rientra in campo con la testa completamente fasciata, passaggio di De Vincenzi per l’appena rientrato “balilla”, tiro preciso e gol del vantaggio nerazzurro. Subito il gol dello svantaggio, la Lazio tenta di portarsi in avanti ma è l’Ambrosiana Inter a essere ancora pericolosa, al 77’ un gol viene annullato a Meazza per fuori gioco e poco dopo un tiro di Vecchi è deviato in calcio d’angolo.