CAMPIONATO 1933/34


Roma, 5 novembre 1933 – IX° giornata

Lazio - Ambrosiana Inter 1-4

Lazio: Sclavi, Bertagna, Serafini, Pepe, Salatin, Fantoni II, Filò, Fantoni III, Pastore, Battioni, De Maria.

Ambrosiana Inter: Ceresoli, Agosteo, Ballerio, Pitto, Viani, Castellazzi, F. Frione, Meazza, A. Demaria, Levratto, De Manzano. Allenatore: Arpad Veisz

Reti: 12’ Meazza, 21’ Pastore, 47’ , 62’ e 76’ Meazza

Arbitro: Ciamberlini di Genova

Note: calcio d’inizio alle ore 14:36 e primo pallone per la Lazio, Pastore si fa soffiare la sfera da Agosteo che la rinvia lunga, pallone che giunge fino all’area laziale dove ben tre attaccanti nerazzurri incredibilmente sbagliano il controllo e danno la possibilità a De Maria di liberare in fallo laterale. La Lazio ritorna in avanti e per circa una decina di minuti mantiene l’iniziativa, poi l’Ambrosiana Inter prende il sopravvento e al 12’ minuto passa in vantaggio con Meazza che raccoglie un passaggio di De Manzano, scatta in avanti e batte Sclavi con un tiro precisissimo. La Lazio reagisce allo svantaggio e al 21’ perviene al pareggio con Pastore che con un tiro al volo sfrutta un passaggio di De Maria. La ripresa inizia con l’Ambrosiana che si porta in attacco e al 47’ ritorna in vantaggio: mischia in area laziale con pallone che è allontanato da Serafini, la sfera giunge a Viani che vede De Manzano libero e gli serve la sfera, a sua volta questi allunga a Meazza il quale supera due terzini azzurri e fulmineamente indirizza la sfera sulla sinistra di un esterrefatto Sclavi. Ora le azioni offensive dei nerazzurri sono incessanti e dopo aver sfiorato il terzo gol in diverse occasioni, al 62’ Meazza triplica: il balilla riceve palla da Levratto e traversa in centro, sfera che picchia sui piedi di Serafini e finisce a Frione il quale serve nuovamente Meazza che a porta vuota, Sclavi era uscito per afferrare la sfera venendo però anticipato da Frione, mette il pallone in rete. Incomincia a piovere prima leggermente e poi con violenza, alcune azione d’attacco alterne e al 76’ giunge il quarto gol dell’Ambrosiana Inter: calcio d’angolo per i nerazzurri, tira Levratto, pallone perfetto per la testa di Meazza che lo indirizza in rete. A questo punto i nerazzurri rallentano e la Lazio tenta con azioni confuse di portare qualche pericolo verso Ceresoli, ma il risultato non cambia più e i nerazzurri escono vittoriosi dallo Stadio del Partito di Roma con il punteggio di 4 reti a 1.