CAMPIONATO 1933/34

Milano, 26 aprile 1934 – XXXIII° giornata

Ambrosiana Inter - Palermo 3-1

Ambrosiana Inter: Ceresoli, Agosteo, Allemandi, Faccio, Pitto, Castellazzi, Serantoni, Masera, Levratto, A. Demaria, De Manzano. Allenatore: Arpad Veisz

Palermo: Valeriani, Ziroli, Loprete, Gruden, Santillo, Blasevich, Castellani, Bonesini, Scarone, Chiecchi, Ruffino.

Reti: 34’ Gruden (aut), 44’ Demaria, 61’ Pitto, 75’ Scarone (r)

Arbitro: Mazzarini di Roma

Note: fin dalle prime battute si capisce che il Palermo è venuto su a Milano con l’intento di portarsi a casa un punticino, tuttavia sono proprio gli ospiti ad avere la prima ghiotta occasione da gol, al 10’ minuto, con Castellani che solo davanti a Ceresoli manda il pallone fuori. I nerazzurri attaccano a testa bassa e collezionano calcio d’angoli, e al 34’, a seguito del settimo calcio d’angolo battuto, passano in vantaggio:Pitto riprende di testa, Gruden interviene precipitosamente e devia con il petto il pallone nella propria porta. Raggiunto il vantaggio, l’Ambrosiana insiste nel suo attaccare e al 43’ Demaria spreca una clamorosa occasione, un minuto dopo però si riscatta e raddoppia riprendendo una respinta di Valeriani. La ripresa è meno interessante del primo tempo con un gioco molto più lento e con lunghe pause. Al 61’ calcio d’angolo per l’Ambrosiana Inter, batte Demaria e palo colpito da De Manzano, sulla ribattuta il più lesto di tutti è Pitto che mette in rete il pallone. Al 75’ fallo su Scarone in rea nerazzurra, l’arbitro fischia il calcio di rigore che lo stesso Scarone trasforma per il gol della bandiera dei palermitani.