CAMPIONATO 1932/33

Casale, 25 settembre 1932 – II° giornata

Casale - Ambrosiana Inter 2-2

Casale: Provera, Roggero, Mazzucco, Ferrero, Castello, Volta, Migliavacca, Gardini, De Marchi, Celoria, Autelli.

Ambrosiana Inter: Ceresoli, Ballerio, Allemandi, Rivolta, Turchi, Castellazzi, U. Visentin, A. Demaria, Meazza, Mihalich, Levratto. Allenatore: Arpad Veisz

Reti: 3’ Visentin, 23’ Mihalich, 72’ Celoria, 75’ Migliavacca

Arbitro: Sassi di Roma

Note: pubblico discretamente numeroso, terreno secco e duro. Ambrosiana Inter quasi subito in gol: al 3’ minuto Meazza si produce in un allungo che causa una mischia in area del Casale, il più scaltro è Visentin che spinge la palla in rete. La reazione del Casale si esaurisce con un palo colpito da De Marchi e al 23’, l’Ambrosiana Inter raddoppia: centro rasoterra di Visentin con nessun difensore che riesce a intercettare il pallone, in piena corsa arriva Mihalich che tocca la sfera e la mette in rete. Nel secondo tempo il Casale attacca senza pause e al 72’ riesce a pervenire al gol con Celori che al volo, di sinistro, batte Ceresoli. Passano tre minuti e il Casale pareggia: Migliavacca mette in mezzo il pallone, De Marchi tira prontamente con Ceresoli che riesce a deviare, respinta corta con pallone che ritorna a Migliavacca il quale non ha difficoltà a metterlo in rete. Ora l’incontro è veramente entusiasmante con le due squadre che tentano di vincere: Visentin semina un paio di avversari e in piena area di rigore è atterrato, l’arbitro fischia ma non il calcio di rigore ma una punizione a due in area, proteste nerazzurre. Subito dopo il Casale segna un gol con Demarchi ma il punto è annullato per fuorigioco. Verso la fine dell’incontro, il gioco diventa piuttosto violento, ne fa le spese Levratto che colpito duro deve abbandonare il campo, stessa sorte per Visentin che poi si vendica con il primo avversario che gli capita vicino ed è espulso.