CAMPIONATO 1932/33

Bologna, 23 aprile 1933 – XXVI° giornata

Bologna - Ambrosiana Inter 2-1

Bologna: Gianni, Monzeglio, Gasperi, Ghidini, Baldi, Maini, Grandi, Sansone, Schiavio, Fedullo, Reguzzoni.

Ambrosiana Inter: Ceresoli, Ballerio, Allemandi, Rivolta, Viani, Castellazzi, F. Frione, Serantoni, U. Visentin, A. Demaria, Levratto. Allenatore: Arpad Veisz

Reti: 4’ Levratto, 15’ Reguzzoni, 17’ Schiavio

Arbitro: Melandri di Genova

Note: pubblico abbastanza numeroso ma non da tutto esaurito. Partita che inizia a forte andatura con continui cambiamenti di fronte e al 3’ minuto il Bologna segna un gol con Reguzzoni, gol che però viene annullato dall’arbitro per fuorigioco dello stesso Reguzzoni. Passano sessanta secondi ed è la volta dell’Ambrosiana Inter a segnare: Visentin passa lungo a Frione che si fionda verso il fondo, traversone sul quale i difensori bolognesi non riescono ad intervenire e pallone, che colpito di testa da Levratto, entra in gol, ospiti in vantaggio. Il Bologna reagisce subito e al 15’ si conquista un calcio d’angolo, batte Grandi, pallone in area dove Schiavio tocca di testa per Reguzzoni il quale stoppa di petto e tira al volo, sfera nel sacco senza alcuna possibilità di parata da parte di Ceresoli. Passano soltanto due minuti e il Bologna passa in vantaggio: Baldi allunga per Reguzzoni che a sua volta lancia Schiavio in profondità, Schiavio avanza di qualche metro lasciandosi alle spalle Allemandi, converge verso il centro e mette il pallone nella porta completamente vuota in quanto Ceresoli, tentando l’uscita, scivolava a terra. Il primo tempo scorre senza altre forti emozioni e la ripresa inizia con l’Ambrosiana Inter alla ricerca del pari. Pari che però non giunge per le grandi parate di Gianni che si oppone brillantemente ai tiri dei nerazzurri. Per la cronaca anche Ceresoli si esibisce in un paio di interventi che strappano l’applauso degli spettatori. Alla fine dei cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro, nei quali i nerazzurri sfiorano il gol con in mischia con il pallone che ballonzola sulla o dentro la linea bianca, il Bologna esce vittorioso dall’incontro con il punteggio acquisito ne primo tempo di due reti a uno.