CAMPIONATO 1931/32

Milano, 17 aprile 1932 – XXVI° giornata

Ambrosiana Inter - Bologna 4-3

Ambrosiana Inter: Degani, Bolzoni, Allemandi, Rivolta, Viani, Castellazzi, U. Visentin, Serantoni, Meazza, A. Demaria, Scarone. Allenatore: Toth Istvan Potya

Bologna: Gianni, Monzeglio, Minelli, Montesanto, Baldi, Martelli, Maini, Sansone, Schiavio, Pedullo, Reguzzoni.

Reti: 8’ Visenti, 45’ Schiavio, 46’ Meazza, 51’ Maini, 53’ Reguzzoni, 74’ Scarone, 75’ Serantoni

Arbitro: Scarpi di Dolo

Note: inizio velocissimo dei nerazzurri che già al 8’ minuto vanno in gol: Meazza in piena area effettua uno splendido passaggio a Visentin il quale avanza di qualche passo e poi tira alto fuori dalla portata di Gianni. L’Ambrosiana continua ad attaccare e Visentin colpisce la base del palo e quando sembra che il primo tempo debba finire con i padroni di casa in vantaggio il Bologna perviene, al 45’ minuto, al pareggio: Fedullo passa il pallone a Schiavio su cui convergono tre terzini nerazzurri, il centravanti bolognese anticipa tutti e con un tocco devia debolmente il pallone in rete, Degani è sorpreso, si tuffa in ritardo e pallone che rotola lentamente in gol. La ripresa è appena iniziata e l’Ambrosiana si riporta subito in vantaggio: azione a centrocampo, Demaria serve Meazza che s’incunea tra i terzini, chiama verso se Gianni e con un tocco di destro di rara potenza e precisione, manda il pallone sulla sinistra del portiere in uscita. Il Bologna non si arrende e appena passati cinque minuti ritrova il pari: punizione per gli emiliani, Martelli allunga per Fedullo che centra a mezza altezza, il più lesto di tutti è Maini che da pochi passi, con un tiro dal basso verso l’alto, mette il pallone in rete. Ancora due minuti e il Bologna passa in vantaggio: Reguzzoni s’incunea in area avversaria, viene fronteggiato da Allemandi che lo ferma, ma perde la palla a vantaggio di Reguzzoni stesso che avanza e solo davanti a Degani segna con facilità il terzo gol bolognese. L’Ambrosiana sembra accusare il colpo ma al 74’ Visentin centra in avanti per Serantoni che s’intrufola in area spintonato dai difensori avversari, palla la palla a Scarone che in corsa supera Gianni e segna il gol del pareggio. Passano due minuti e l’Ambrosiana segna il gol vittoria: l’attacco dei nerazzurri è ormai scatenato e Meazza da due metri tira a botta sicura, pallone che però colpisce il palo e ritorna allo stesso Meazza che ritira prontamente, questa volta è Gianni a respingere, sfera che sfila via quando Serantoni irrompe in corsa e la scaraventa in rete.