CAMPIONATO 1930/31

Milano, 26 aprile 1931 – XXV° giornata

Ambrosiana - Alessandria 2-0

Ambrosiana: Smerzi, Bolzoni, Allemandi, Pietroboni, Castellazzi, Rivolta, U. Visentin, Serantoni, Meazza, Blasevich, Ferrero. Allenatore: Arpad Veisz

Alessandria: Rapetti, Gallina, Ansaldi, Lauro, Borelli, Bertolini, Chierico, Avalle, Banchero II, Scagliotti, Antelli.

Reti: 71’ e 86’ Meazza

Arbitro: Biancone di Roma

Note: incontro disputato sul terreno dell’Arena reso fangoso dal maltempo che ha anche tenuto lontano il grosso pubblico essendo le gratinate dello Stadio Civico completamente scoperte. Primo tempo che ha visto un inizio con un’alternanza di azioni poi verso la fine l’Ambrosiana prende il sopravvento, colpisce una traversa con Ferrero e costringe a diversi difficilissimi interventi il portiere ospite Rapetti. La ripresa inizia con l’Ambrosiana che tenta di mettere in campo la sua maggiore tecnica e al 55’ ha una ghiotta occasione per passare in vantaggio: rinvio goffo di Borelli e pallone che viene fermato dallo stesso con una mano, calcio di rigore che Rivolta tira a lato. Ormai la partita è in mano ai nerazzurri e al 71’ giunge il meritato gol del vantaggio: azione iniziata da Blasevich e continuata da Serantoni, pallone che giunge a Meazza che chiama fuori il portiere, lo supera e mette la sfera in rete. L’Ambrosiana insiste a dopo aver fallito più volte il raddoppio, lo raggiunge al 86’ ancora con Meazza che, sempre a seguito della sua azione preferita, supera Rapetti in disperata uscita e colloca il pallone di precisione nella porta sguarnita.