CAMPIONATO 1927/28
Girone B

Milano, 29 gennaio 1928 – XV° giornata

Internazionale - Livorno 3-2

Internazionale: Degani, Gianfardoni, Coppo, Pietroboni, Giustacchini, G. Visentin, Conti, Castellazzi, G. Meazza, Bernardini, E. Rivolta. Allenatore: Veisz

Livorno: Lami, Paolini, Innocenti, Cucciolini, Giraldi, Caimmi, Gambogi, Pignatelli, Palandri, Magnozzi, Silvestri.

Reti: 16’ Pignatelli, 25’ e 34’ Castellazzi, Rivolta, Silvestri

Arbitro: Carraro di Padova

Note: pubblico numerosissimo, pioggia incessante e terreno fangoso, angoli 13 a 1 per l’Internazionale. Livorno che si è battuto con ardore e coraggio incalzato dal pericolo della retrocessione e Internazionale che è riuscita ad acciuffare la vittoria nei minuti finali. Inizio d’incontro con l’Internazionale che attacca con impeto e sfiora a più riprese il gol ma al 16’ una azione ben manovrata del Livorno porta Pignatelli a segnare, con un tiro imparabile, il gol del vantaggio degli ospiti. Sferzati dal gol subito, i nerazzurri ripartono all’attacco come furie e dopo una miriade di attacchi Castellazzi riesce a pareggiare, al 24’, e a segnare il gol del sorpasso, al 34’ , su passaggio di Rivolta. La pressione dell’Internazionale non cessa d’intensità, ma al 37’ un episodio sfortunato consente al Livorno di pareggiare: Gianfardoni passa il pallone dietro a Degani ma lo stesso si impantana in una pozzanghera e consente a Silvestri di segnare il gol del pareggio. Nella ripresa il Livorno riesce ad equilibrare l’andamento dell’incontro e sfiora in più di una occasione il gol mentre l’Internazionale cozza contro la difesa livornese e quando ormai il pubblico sembra rassegnato, Conti riesce con una azione personale ad impegnare severamente Lami la cui respinta è raccolta da Rivolta che scaraventa in gol il pallone della vittoria.