CAMPIONATO 2017/18

Milano, 24 ottobre 2017 - X° giornata

Inter - Sampdoria 3-2

Inter: Handanovic, D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo (83' Santon), Gagliardini, Vecino (74' Joao Mario), Candreva, Borja Valero, Perisic, Icardi (87' Eder). A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Dalbert, Joao Cancelo, Karamoh, Pinamonti. Allenatore: Luciano Spalletti

Sampdoria: Puggioni, Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Murru, Barreto (65' Linetty), Torreira, Praet, Ramirez (46' Caprari), Zapata (57' Kownacki), Quagliarella. A disposizione: Krapikas, Tozzo, Regini, Strinic, Capezzi, Verre, Alvarez. Allenatore: Marco Giampaolo

Reti: 18' Skriniar, 32 e 54' Icardi, 64' Kownacki, 86' Quagliarella

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata; assistenti Tasso e Passeri; IV° uomo Calvarese; addetti VAR Fabbri e Nasca

Note: spettatori paganti 54.451; angoli 8 a 4 per l' Inter; ammonito al 61' Murru, 86' Quagliarella, 88' Gagliardini, 90' Eder; recupero pt 1' e st 3'

Buon inizio di gara da parte della Sampdoria la quale va alla conclusione, al 4', con Zapata che, con un sinistro dal limite, manda il pallone fuori. Da questo punto in poi, il primo tempo è un monologo nerazzurro con azioni veloci e ficcanti le quali terminano quasi sempre con una conclusione verso la porta difesa da un ottimo Puggioni. Inizia Candreva il quale, al 5', lascia partire un gran tiro di destro che manda il pallone di un soffio a lato. Al 13' Puggioni si deve esibire alla sua prima parata su un tiro rasoterra di Perisic mentre due minuti dopo è D' Ambrosio a concludere di piatto destro, da centro area, con il pallone che termina di poco a lato. Al 17' Puggioni respinge, con un certo affanno, su conclusione di Candreva, un minuto dopo l' Inter passa in vantaggio: calcio d' angolo per l' Inter, batte Candreva, sfera toccata da Vecino che termina dalle parti di Skriniar il quale anticipa Puggioni mettendola in rete. Passata in vantaggio, l' Inter continua a macinare gioco e al 29' Perisic sfiora il gran gol con un tiro da centrocampo, Puggioni è battuto ma la sfera finisce sul palo e poi tra le mani dell' estremo difensore blucerchiato. Passa un minuto e Nagatomo impegna Puggioni con un sinistro da circa 25 metri, dal susseguente calcio d' angolo battuto da Candreva, colpo di testa di Icardi e Puggioni si erge ancora da protagonista respingendo il pallone in tuffo. Al 32' pallone che giunge in area ospite, Icardi, appostato sul secondo palo, si coordina alla perfezione e con un bel tiro al volo manda la sfera nell'angolino basso alla sinistra di Puggioni il quale, questa volta, non può farci proprio nulla, Inter che raddoppia. L' Inter, oggi, sembra che proprio non voglia fermarsi, attacca ancora e al 40' Icardi colpisce il palo con un colpo di testa su calcio d' angolo battuto da Candreva. Il secondo tempo inizia come era terminato il primo tempo: con l' Inter in avanti e al 54' Vecino allarga per Perisic che tocca in mezzo dalla destra per Icardi il quale mette il pallone in rete di sinistro. Inter 3 Sampdoria 0. Al 63' Perisic riceve la palla da Icardi sulla sinistra, si incunea in area di rigore e da distanza ravvicinata fa partire un gran tiro con la sfera che colpisce, violentemente, la traversa e ritorna in campo, rovesciamento di fronte e la Sampdoria si presenta per la prima volta dalle parti di Handanovic, traversone di Quagliarella e sfera che giunge al nuovo entrato Kownacki il quale da posizione molto defilata tocca al volo e manda la sfera, tra palo e portiere, alle spalle di un distratto Handanovic; Sampdoria che accorcia le distanze. La partita, ora è più equilibrata, e le occasioni si susseguono: al 67' Caprari serve dentro l' area Quagliarella, il cui destro, da buona posizione, manda il pallone sul fondo e all' 82' Icardi e Joao Mario sprecano una occasione incredibile in contropiede per realizzare il quarto gol. Passa un minuto e gli ospiti trovano il gol del 3 a 2: Candreva perde malamente un pallone a centrocampo, sfera che giunge a un blucerchiato il quale traversa verso l' area nerazzurra, Quagliarella è il più pronto di tutti, anticipa Santon e approfittando della mancata uscita di Handanovic, mette la sfera in rete di testa. Sul finale di gara, l' Inter ha ancora una occasione per segnare ma il tiro di sinistro di Icardi è respinto da un sempre reattivo Puggioni.