CAMPIONATO 2010/11

XXXIV° giornata

Milano, 23 aprile 2011

Inter-Lazio 2-1


Marcatori: 24' rig. Zarate rig., 40' Sneijder, 8' st Eto'o.

Inter: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, Stankovic (7' st Mariga); Sneijder (33' st Obi); 22 Milito (23' Castellazzi), Eto'o.
A disposizione: Pazzini, Materazzi, Chivu, Pandev.
Allenatore: Leonardo

Lazio: Muslera; Lichtsteiner, Dias, Biava, Garrido (36' st Rocchi); Bresciano (26' st Brocchi), Ledesma; Mauri; Hernanes; Zarate, Floccari (25' st Kozak).
A disposizione: Berni, Scaloni, Gonzalez, Del Nero.
Allenatore: Edoardo Reja

Arbitro: Emidio Morganti (sezione Ascoli Piceno).
Note. Ammoniti: 38' Garrido, 42' Leonardo, 5' st Zarate, 17' st Mariga. Espulso: 22' Julio Cesar, 21' st Mauri. Tempi di recupero: 2'-5'.

MILANO - Pasqua è domani, ma le belle sorprese per l'Inter arrivano tutte in anticipo, nel sabato in campo per la 34^ giornata della Serie A Tim. Nell'uovo, infatti, i nerazzurri trovano una bella vittoria contro la Lazio (2-1) e tre punti che la rilanciano al secondo posto in classifica, complice la sconfitta del Napoli a Palermo.

È un primo tempo senza respiro quello che va in scena al 'Meazza', nel quale sono i biancocelesti a passare in vantaggio al 24' con il calcio di rigore trasformato da Zarate, dopo il fallo subito da Julio Cesar che lascia l'Inter in dieci uomini. Ne fa le spese Milito, permettendo così l'ingresso di Castellazzi. Inferiori nel numero, ma non nello spirito ed ecco arrivare il pareggio nerazzurro: Sneijder trova l'1-1 con un perfetto calcio di punizione che batte Muslera (40'). È un super Eto'o quello che si lascia alle spalle Dias e Biava, dribbla Muslera e realizza il 2-1 (53'), prima che l'espulsione di Mauri riporti il match in parità numerica (67').

PRIMO TEMPO - Per affrontare la Lazio, l'Inter ritrova Eto'o, schierato da Leonardo accanto a Milito, davanti a Sneijder trequartista, mentre parte dalla panchina Pazzini. Tra i biancocelesti, tandem offensivo affidato a Zarate e Floccari. Le tifoserie, gemellate, dedicano a Gabriele Sandri la coreografia ad apertura di gara.
È Zarate a cercare per primo la porta nerazzurra con un destro dalla distanza che Julio Cesar allontana con i pugni, prima che Nagatomo liberi definitivamente l'area (5'). Dalla stessa posizione, un minuto dopo, Eto'o risponde con un destro a giro, ma la palla termina sul fondo. È proprio il camerunese ad avanzare in velocità verso Muslera, fermato al limite dell'area da Floccari che lo atterra: Morganti giudica regolare l'intervento e la Lazio riparte. Zarate crea pericoli in area al 15', seminando prima Maicon, poi Lucio, solo l'intervento provvidenziale sulla palla di Ranocchia può evitare il peggio. Sul tocco di Eto'o, Stankovic cerca il primo gol in carriera alla sua ex squadra e lancia un destro dalla distanza che però termina alto (19'). Dopo 22 minuti di gioco, Inter in dieci uomini per l'espulsione di Julio Cesar: uscita del brasiliano con Zarate, lanciato a rete, che pare cercare il contatto, Morganti non ha dubbi e assegna il calcio di rigore alla Lazio, trasformato dall'argentino nello 0-1. Ne fa le spese anche Milito che lascia il campo a favore di Castellazzi. L'Inter non si arrende ed è Sneijder a cercare il pareggio: lo fa con un calcio di punizione sul quale Ranocchia non arriva di pochissimo lasciando che Dias metta in corner (26') e con un destro rasoterra che trova però la risposta di un super Muslera (28'). Ci riesce finalmente al 40': dopo il fallo di Bresciano su Eto'o, con un bellissimo gol su calcio di punizione dal limite, l'olandese batte il portiere biancoceleste nell'angolino alto. Ed è 1-1. Morganti concede 2 minuti di recupero, ma Lichtsteiner ha il tempo per un gran cross verso Floccari, che un perfetto intervento di Nagatomo riesce a deviare prima che vada in rete; nel contrasto, problemi alla gamba destra per Castellazzi.

SECONDO TEMPO - Ripresa al via senza cambi, ma dopo 7', problemi muscolari costringono Stankovic ad abbandonare il campo, Mariga al suo posto. Sembra una partita sfortunata per i nerazzurri, ma c'è Eto'o a cambiarle il volto: sul lancio verticale di Zanetti, aggancio perfetto del camerunese che, approfittando dell'errore di Biava, semina anche Dias, dribbla Muslera e con un diagonale sinistro mette in rete per il 2-1. Al 13' a mancare il pallone è invece Lucio che, dopo il cross di Lichtsteiner, lascia Floccari libero di calciare sotto porta, ma la palla termina all'esterno della rete. Leonardo chiede un sacrificio a Sneijder, non in perfetta forma, ma è Eto'o a perdere palla a metà campo rischiando il 2-2 sul tocco al volo di Zarate che sbaglia da solo davanti a Castellazzi. Al 21' Nagatomo commette fallo su Mauri che, per reazione, colpisce da terra il giapponese guadagnandosi il cartellino rosso e riportando la sfida in parità numerica. Alla mezz'ora, Lazio ancora vicina al pareggio quando sul cross di Brocchi e la sponda di petto di Zarate, arriva la traversa di Kozak. Si avvicina nuovamente l'Inter, grazie ancora a un perfetto lancio di Zanetti per Maicon costretto ad arrendersi solo a una grande parata di Muslera. Morganti concede 5' di recupero, l'Inter attende continuando a rincorrere il terzo gol. Non lo trova, ma trova i tre punti che la portano a 66 totali, agganciando il secondo posto in classifica.


Punizione prfetta di Sneijder ed è pareggio

 

Eto'o segna il gol vittoria