CAMPIONATO 2010/11

XIX° giornata

Catania, 09 gennaio 2011

Catania - Inter 1-2


Marcatori: 26' st Gomez, 29' st e 34' st Cambiasso.

Catania: Andujar; Alvarez (37' st Spolli), Bellusci, Silvestre, Capuano; Gomez, Ledesma, Carboni, Pesce (37' st Antenucci); Llama (6' st Martinho); Maxi Lopez. A disposizione: Campagnolo, Delvecchio, Mascara, Sciacca. Allenatore: Marco Giampaolo.

Inter: Castellazzi; Maicon, Lucio, Cordoba, Chivu (21' st Pandev); Zanetti, Cambiasso; Thiago Motta (38' st Mariga,), Stankovic; Milito (46' st Ranocchia) Eto'o. A disposizione: Orlandoni, Muntari, Ranocchia, Materazzi, Biabiany. Allenatore: Leonardo.

Arbitro: Damato di Barletta.

Note. Ammoniti: 36' st Cordoba, 44' st Martinho. 45' st Lucio. Recupero: 3'-3'

CATANIA - Rispetto a un anno fa, l'Inter ed Esteban Cambiasso cambiano il finale al confronto con il Catania allo stadio "Massimino". Questa volta sono i nerazzurri a vincere il match: termina 1-2, ma accade tutto nella ripresa. Dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0, è il gol di Gomez a sbloccare il risultato portando i siciliani in vantaggio (71'), ma la risposta dell'Inter non si fa attendere ed è di quelle devastanti: arriva dopo tre minuti con la doppietta di Cambiasso (74') che in 4' ribalta il risultato portandolo sull'1-2.

PRIMO TEMPO - Scontate le tre giornate di squalifica, a Catania l'Inter ritrova Samuel Eto'o schierato da Leonardo al fianco di Milito e davanti a Stankovic trequartista. Giampaolo lascia Mascara in panchina e si affida all'unica punta Maxi Lopez.
Il primo calcio d'angolo, dopo 3', è per il Catania: batte Llama, ma a rispondere trova un grande Castellazzi che vola prolungando il cross. Stesso tempismo lo usa Cordoba che, all'8, batte in velocità Maxi Lopez lanciato e rete, chiudendolo in corner. Arriva al 14' la prima occasione per i nerazzurri con il cross dalla sinistra di Maicon e il colpo di testa di Stankovic ad anticipare Alvarez, Andujar para centralmente. È del Catania però il possesso palla nei minuti centrali del primo tempo e la ricerca consecutiva della porta nerazzurra. La cerca dalla distanza Pesce, al 19', ma la palla termina sul fondo, mentre parte dal limite il tentativo di Llama al 23', ma non trova la rete. Al 29' Gomez si libera di Cambiasso, ma deve fare i conti con Chivu che lo chiude in corner a due passi dalla porta. Il Catania si rende pericoloso al 40' con un insidiosa conclusione di Pesce dalla distanza, ma la palla sfila di poco alla destra di Castellazzi; l'Inter risponde al 47' con il tiro dalla distanza di Motta nettamente fuori dallo specchio della porta.
Dopo 3' di recupero, Damato fischia la fine di un primo tempo senza emozioni: squadre a riposo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO - Si apre senza cambi la ripresa di Catania-Inter e con il sinistro di Capuano che sorprende Zanetti e Stankovic dopo 3' di gioco: la palla termina sul fondo. È di Giampaolo il primo cambio, al 6': fuori Lllama, dentro Martinho, mentre arriva con il tiro di Ledesma dal limite dell'area un altro pericolo per Castellazzi, costretto al tuffo per bloccare palla (7'). All'11, anche se in fuorigioco, vale come un gol la parata del portiere nerazzurro sul tocco di Maxi Lopez dopo l'assist di Pesce. È l'attaccante argentino uno tra i maggiori protagonisti del gioco del "Massimino": al 15', improvvisa il tiro dalla distanza che si alza di pochissimo sulla traversa, mentre 2' più tardi è solo la prontezza di Castellazzi e respingere il suo tiro dal limite, favorito da un rimpallo. Al 21' cambia anche Leonardo: fuori Chivu, dentro Pandev, mentre il Catania continua ad attaccare ed è ancora Castellazzi, al terzo miracolo consecutivo, a chiudere con un piede la porta nerazzurra sul tocco ravvicinato di Maxi Lopez, imboccato da Martinho. Al 24', sul corner di Maicon, Thiago Motta va vicinissimo al vantaggio, che arriva invece, due minuti più tardi, per i padroni di casa: sotto porta, Castellazzi contiene in qualche modo Maxi Lopez, ma l'argentino si accentra, riuscendo a dribblare anche Cordoba e a calciare in rete, Stankovic di testa salva sulla linea, ma Gomez in ribattuta mira l'angolo alto e gonfia la rete per l'1-0. Ma anche oggi Cambiasso fa il bomber e sull'assist di Stankovic, controlla di sinistro, tira di destro e riporta in risultato in parità. E non finisce qui: al 34' il cross perfetto d'esterno destro di Maicon trova ancora il Cuchu a raccogliere di testa per il tocco deciso verso la porta, Andujar non può nulla ed è 1-2. L'Inter e Cambiasso cambiano il volto del match, Milito al 44' potrebbe chiuderlo definitivamente, ma il suo diagonale sfila di poco fuori dal secondo palo. Al 46' ultimo cambio per Leonardo che regala a Ranocchia l'esordio stagionale in maglia nerazzurra. L'Inter vince la sua seconda partita della gestione Leonardo e va a quota 29 punti in classifica, meno 11 rispetto al Milan capolista, ma con ancora due partite da recuperare.


Cambiasso segna il gol del pareggio

 

Cambiasso segna il gol vittoria