CAMPIONATO 2010/11

XIV° giornata

Milano, 28 novembre 2010

Inter - Parma 5-2


Marcatori: 4' Crespo, 18' e 19' Stankovic, 23' Cambiasso, 36' Crespo, 27' st Thiago Motta, 30' st Stankovic

Inter: Castellazzi; Cordoba, Lucio, Materazzi, Zanetti; Stankovic (33' st Nwankwo), Cambiasso; Biabiany (22' st Thiago Motta), Sneijder, Santon (1' st Natalino); Pandev. A disposizione: Orlandoni, Alibec, Biraghi, Benedetti. Allenatore: Rafael Benitez

Parma: Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Antonelli; Candreva, Dzemaili, Gobbi (1' st Valiani); Giovinco, Crespo, Angelo (46' st Ze Eduardo). A disposizione: Pavarini, Paci, Pisano, Della Fiore, Bojinov. Allenatore: Pasquale Marino

Arbitro: Antonio Giannoccaro (sez.arbitrale di Lecce)

Note. Tempi di recupero: 0-2' Spettatori: 49.787

MILANO - Si chiude sul 5-2 Inter-Parma, prima gara della domenica calcistica valida per 14^ giornata della Serie A Tim 2010-2011.

Match subito in salita per i nerazzurri, sotto di un gol dopo soli 4 minuti di gioco grazie alla rete dell'ex Hernan Crespo. Di tempo, però, ne serve ancora meno a Stankovic che ribalta il risultato in 60 secondi, gonfiando per due volte la rete emiliana, complici gli assist perfetti di Biabiany (18' e 19'). È ancora il francese a fare da sponda per servire il tris nerazzurro che arriva con la zampata vincente di un super Cambiasso (23'). Crespo fa doppietta e accorcia le distanze al 36', ma nella ripresa c'è il ritorno in campo e soprattutto al gol di Thiago Motta che anticipa la tripletta di un fantastico Stankovic (75').

PRIMO TEMPO - Con Eto'o squalificato per 3 giornate, Benitez affida a Goran Pandev l'attacco nerazzurro, con Biabiany, Sneijder e Santon a supporto del macedone. In panchina tre giocatori della Primavera dell'Inter: Alibec, Biraghi e Benedetti. Nel Parma, c'è Angelo con Crespo e Giovinco.
Dopo l'applauso del pubblico interista, Hernan Crespo si prende subito una rivincita contro la sua ex squadra portando il Parma in vantaggio: sul cross di Angelo, l'argentino attacca il primo palo e di tacco insacca sotto porta per lo 0-1. I nerazzurri provano a rispondere con il cross di Sneijder per Pandev, il macedone aggancia bene e gira verso la porta, ma il suo tiro è deviato in angolo. Castellazzi dice no al tiro dalla distanza di Candreva (12'), mentre al 14' è di poco alto sulla traversa il destro a giro di Giovinco. Il pareggio dell'Inter arriva al 18' con il destro potente e preciso di Stankovic da fuori area deviato da Lucarelli che vale l'1-1 Il drago non si arrende e complice il secondo assist perfetto di Biabiany, che tocca all'indietro per il serbo, e un'altra deviazione - questa volta di Antonelli - i nerazzurri rimontano il risultato. È un'Inter inarrestabile e arriva così il terzo gol. Al 23', su calcio d'angolo di Sneijder, Biabiany fa sponda di testa e basta il tocco vincente di Cambiasso a due passi dalla porta per il 3-1. Al 32', Pandev, lanciato a rete, può calare il poker, ma Lucarelli gli sbarra la strada anticipando l'intervento di Mirante. Crespo accorcia le distanze al 36': un disimpegno difettoso di Materazzi agevola Gobbi che di prima intenzione prolunga per l'argentino. È 3-2, ma al 39' - ancora con Crespo - il Parma sfiora il tris. Sul cross di Angelo, infatti, l'ex nerazzurro schiaccia di testa, ma la prontissima risposta di Castellazzi salva il risultato. Al 43', Lucarelli si scontra con Paletta e l'Inter guadagna un calcio di punizione dai 23 metri, batte Sneijder, palla sulla barriera e colpo di testa di Dzemaili a deviare in corner. Senza recupero, finisce 3-2 il primo tempo di Inter-Parma: doppiette di Crespo e Stankovic e gol di Cambiasso.

SECONDO TEMPO - La ripresa si apre con Natalino in campo al posto di Santon, Valiani per Gobbi nel Parma e due grandi occasioni per le formazioni in campo. Inizia l'Inter con Cambiasso subito vicino al gol sul calcio di punizione di Sneijder (2'); dall'altra parte, sulla verticalizzazione di Giovinco, risponde Crespo, ma è bravissimo Castellazzi a respingere con il piede sinistro la conclusione a botta sicura dell'argentino. Al 7' ancora Parma, sulla ribattuta di Crespo, il pallone arriva ad Angelo ed è il palo a salvare i nerazzurri. Dal 22', dopo la ricaduta di Cagliari, torna finalmente in campo Thiago Motta, fuori Biabiany, mentre 4' dopo cambia l'attacco degli emiliani: fuori Giovinco, dentro Bojinov. Motta torna in campo e lo fa nel migliore dei modi, con un gol, bellissimo, quello con cui porta il risultato sul 4-2 grazie al cross di Sneijder e alla complicità di Materazzi. Il Parma prova a rispondere, colpisce una traversa con il cross di Antonelli per Crespo (29'), ma Stankovic è una furia e sigla la tripletta: assist di Sneijder e tocco di collo pieno del serbo che porta che fa cinquina. Merita la standing ovation Stankovic che al 33' lascia il posto in campo a Nwankwo. Al 35', uno sfortunato Pandev spreca l'occasione creata con mestiere da Thiago Motta e calcia all'esterno della rete, mentre Castellazzi, 5' minuti dopo, è provvidenziale nell'intervento a due tempi sulla conclusione in girata di Paletta. Al 43', Inter in dieci: Sneijder abbandona il campo per una botta alla caviglia.
Dopo 2' di recupero, Giannoccaro fischia la fine del match. I nerazzurri tornano a vincere al "Meazza" e raggiungono quota 23 punti in classifica.

Cambiasso segna il terzo gol

 

Thiago Motta porta a quattro i gol dell'Inter

Stankovic autore di una tripletta