COPPA UEFA 1997/98


Strasburgo, 25 novembre 1997 – andata ottavi di finale

Strasburgo - Inter 2-0

Strasburgo: Vencel, Dogon, Okpara, Ismael, Raschke, Dacourt, Collet, Baticle, Miceli (89’ Rott), Zitelli (81’ Keller), Conteh (70’ Arpinon). A disposizione: Klein, M’ Ghoghi, Kinet, Avril. Allenatore: Dugueperoux

Inter: Pagliuca, Bergomi, Sartor, Galante, West, Winter, Zè Elias (59’ Moriero), Cauet (79’ Simeone), Djorkaeff, Ronaldo (70’ Recoba), Ganz. A disposizione: Mazzantini, Fresi, Mezzano, Zanetti. Allenatore: Simoni

Reti: 10’ Baticle, 18’ Ismael

Arbitro: Khussainov (Russia)

Note: serata gelida, spettatori 25.000 circa, angoli 7 per parte. Partenza a tutta velocità dei padroni di casa e Strasburgo, al 10’, già in vantaggio: calcio d’angolo per i francesi, batte Zitelli, pallone che sembra facile preda per Pagliuca il quale, però, smanaccia soltanto e consente a Baticle di ribadirlo in rete da distanza ravvicinata. Passano otto minuti e la Stasburgo si conquista un calcio di punizione da distanza piuttosto considerevole, tira Ismael e pallone che s’infila sotto la traversa con Pagliuca impossibilitato ad intervenire, Strasburgo 2 Inter 0 e non siamo neanche al 20’ minuto. L’ Inter tenta di reagire e al 35’ Ronaldo costringe alla difficile parata Vencel con un tiro dalla distanza. Al 39’ lo Strasburgo calcia l’ennesima punizione, tira Dacourt e pallone che si stampa sul palo alla destra di Pagliuca. La ripresa inizia con l’Inter che tenta di accelerare il gioco, si porta più spesso in avanti e al 62’ colpisce il palo con un tiro di Moriero deviato da Dogon. L’Inter insiste ma non riesce a passare e quando finalmente ci riesce è il sig. Khussainov a negargli la gioia del gol: siamo all’ 89’, tiro di Djorkaeff, deviazione di Simeone e pallone in rete, ma l’arbitro annulla e incontro che termina con il doppio vantaggio dei francesi.