COPPA UEFA 1990/91


Vienna, 19 settembre 1990 - andata trentaduesimi di finale

Rapid Vienna - Inter 2-1

Rapid Vienna: Konsel, Hauptmann (53’ Weber), Poiger, Pecl, Schottel, Kienast, Keglevits, Reisinger, Pfeifenberger (88’ Wurz), Herzog, Fjortoft. A disposizione: Unger, Kern, Brauneder. Allenatore: Krankl

Inter: Zenga, Bergomi, Brehme, Berti, Ferri, Battistini, Bianchi, Mandorlini, Klinsmann, Matthaeus (23’ Pizzi), Serena (68’ Baresi). A disposizione: Malgioglio, A. Paganin, Tacchinardi. Allenatore: Trapattoni

Reti: 5’ Matthaeus, 55’ Pfeifenberger, 71’ Keglevits

Arbitro: Quiniou (Francia)

Note: spettatori 15.000 circa, angoli 7 a 3 per il Rapid Vienna. Dopo alcuni incidenti sugli spalti tra i tifosi dell’Austria Vienna, del Rapid Vienna e dell’Inter (che sono stati oggetto di un’autentica imboscata), la partita ha inizio e l’Inter passa quasi subito in vantaggio: Serena serve Matthaeus il quale parte come un razzo e si esibisce in un’irresistibile galoppata che culmina con un tiro dalla potenza inaudita, Konsel non può far altro che raccogliere il pallone dal fondo al sacco. Passano quattro minuti e Quiniou nega il raddoppio a Klinsmann mentre al 12’ Matthaeus è colpito duramente a un ginocchio. Al 23’ Matthaeus non ce la fa più a restare in campo ed è sostituito da Pizzi mentre al 28’ tocca a Klinsmann fare le spese del gioco durissimo dei calciatori austriaci. Il primo tempo termina con i nerazzurri in vantaggio e la ripresa è iniziata da 10 minuti quando i padroni di casa pareggiano: Schottel passa la palla a Weber il quale serve in piena area di rigore Pfeifenberger che tutto solo non ha problemi a mettere la sfera in gol. Dopo un gol annullato a Fjortoft per fuorigioco, al 71’ il Rapid Vienna passa in vantaggio: calcio d’angolo per il Rapid, pallone che è preda di Weber il quale lo gira prontamente in area dove Keglevits è lestissimo a calciarlo in rete. Al 74’ Fjortoft colpisce la traversa con un gran tiro e al 77’ grossa occasione per l’Inter per pareggiare: pallone in area austriaca con Kienast che lo tocca con una mano, è calcio di rigore, tira Brehme, il tiro è debole e Konsel intuisce e para. Ultimi minuti senza altre occasioni e Rapid Vienna che esce vincitore per 2 reti a 1.