COPPA UEFA 1990/91

Belgrado, 12 dicembre 1990 - ritorno ottavi di finale

Partizan - Inter 1-1

Partizan: Pandurovic, Stanojkovic, Milanic, Jankanovic, Mijalkovic, Vujacic, Bogdanovic, Mijatovic, Visnjic, Djurdjevic (46’ Scepovic), Stevanovic. A disposizione: Omerovic, Pobovic, Djordjevic, Petric. Allenatore: Milutinovic

Inter: Zenga, Bergomi, Baresi, Stringara, Tacchinardi, Mandorlini, Bianchi, Berti, Klinsmann, Matthaeus, Serena. A disposizione: Malgioglio, Grossi, Marino, Pizzi. Allenatore: Trapattoni

Reti: 62’ Stevanovic, 65’ Matthaeus

Arbitro: Vautrot (Francia)

Note: serata piovosa e fredda, spettatori 45.000 circa, angoli 14 a 2 per il Partizan. Visto il risultato dell’andata la partita incomincia come previsto: i padroni di casa che si lanciano subito in attacco e l’Inter che si difende. Nonostante l’intensità degli attacchi il Partizan non riesce a farsi molto pericoloso e l’Inter controlla agevolmente l’incontro. Al 40’ l’occasione più clamorosa per i padroni di casa: gran tiro di Stevanovic dai venti metri, Zenga questa volta non ci arriva e pallone che si stampa sulla traversa. La ripresa inizia come il primo tempo, l’Inter controlla gli attacchi del Partizan che però al 62’ riesce a passare: ancora un gran tiro dal limite di Stevanovic e questa volta il pallone s’infila nell’angolino basso con Zenga vanamente proteso in tuffo. L’Inter reagisce subito, non sono passati neanche tre minuti e pareggia: grande azione personale di Matthaeus il quale semina un paio di avversari, si avvicina all’area e prima di entrarci scaglia un autentico missile, nulla da fare per Pandurovic e pallone in rete. Il prosieguo dell’incontro vede qualche punizione e un paio di brividi per parte, alla fine il sig. Vautrot fischia la fine dell’incontro che sancisce il passaggio del turno dell’Inter.