COPPA UEFA 1984/85

Madrid, 24 aprile 1985 - ritorno semifinale

Real Madrid - Inter 3-0

Real Madrid: Miguel Angel, Chendo, Camacho, San Josè, Salguero (26’ Fraile, 76’ Juanito), Stielike, Pineda, Michel, Santillana, Gallego, Valdano. A disposizione: Ochotorena, Martin Vasquez, Jaunito. Allenatore: Amancio

Inter: Zenga, Bergomi (38’ Pasinato, 80’ Causio), Mandorlini, Baresi, Collovati, Bini, Cucchi, Sabato, Altobelli, Brady, Rummenigge. A disposizione: Recchi, Laureri, Muraro. Allenatore: Castagner

Reti: 12’ e 42’ Santillana, 59’ Michel

Arbitro: Valentine (Scozia)

Note: spettatori 90.000 circa. Il risultato dell’andata costringe il Real Madrid a dover attaccare da subito e infatti i bianchi di Madrid iniziano a gran velocità la partita, costringono l’Inter nella propria metà campo e al 12’ passano in vantaggio: colpo di testa di Valdano, in area nerazzurra si accende una mischia, il più lesto di tutti è Santillana che mette la sfera in rete. Al 14’ Pineda coglie il palo e al 16’ Gallego sfiora l’incrocio dei pali. Al 29’ succede un fattaccio: vola un oggetto in area nerazzurra e Bergomi cade a terra, dopo alcuni minuti viene portato fuori in barella, l’arbitro Valentine dice di aver annotato tutto e la bilia che ha colpito Bergomi è consegnata al commissario di campo. Il Real continua a macinare gioco e Zenga deve superarsi per parare su un destro di Chendo. Al 42’ giunge il raddoppio dei padroni di casa: traversone di San Josè, su tutti svetta Santillana e pallone che, di testa, finisce in rete. La ripresa vede il Real Madrid ancora in avanti ma al 55’ l’Inter ha l’occasione per riprendersi la qualificazione: Rummenigge conquista palla e la passa a Brady il quale lancia in piena area Altobelli che supera il portiere spagnolo ma, a porta vuota, tira su Stielike che nel frattempo si era sistemato sulla linea di porta. Gol mancato e gol subito, è la legge del calcio: passano quattro minuti e un’indecisione di Pasinato e Cucchi porta il pallone a Michel che di destro batte Zenga per la terza volta. Ultimi minuti d’incontro con il Real Madrid che sfiora il gol in almeno altre due circostanze, partita che termina con il punteggio di 3 a 0 e con l’Inter che fa reclamo per l’incidente occorso a Bergomi, reclamo che non verrà accolto e quindi Inter eliminata.