COPPA UEFA 1984/85

Milano, 12 dicembre 1984 - ritorno ottavi di finale

Inter - Amburgo 1-0

Inter: Recchi, Bergomi, Baresi, Mandorlini, Collovati, Ferri, Sabato (67’ Causio), Marini, Altobelli, Brady, Rummenigge. A disposizione: Montagna, Pasinato, Cucchi, Malfi. Allenatore: Castagner

Amburgo: Stein, Kaltz, Wehrmeyer (83’ Milewski), Jakobs, Schroeder, Groh, Wuttke, Von Heesen, Mc Ghee, Magath, Rolff (77’ Soler). A disposizione: Hofmeister, Steffen, Milewski, Hain. Allenatore: Happel

Rete: 77’ Brady (r)

Arbitro: Hackett (Inghilterra)

Note: spettatori paganti 78.398 per un incasso di 1.465.451.500 lire. Prima mezz’ora con l’Amburgo che controlla abbastanza agevolmente la gara, poi al 30’ Rummenigge riceve palla, salta tutta la difesa avversaria, si presenta tutto solo in area, aspetta l’uscita del portiere e tira sul primo palo, pallone che però esce fuori e occasione sprecata. Al 42’ scivolone di Groh, ne approfitta Altobelli che si lancia in area, Stein esce a valanga, pallonetto di Altobelli con il portiere che è bravo ad afferrare la sfera. Il primo tempo termina a reti in bianco mentre la ripresa inizia con un’altra occasione per l’Inter: calcio di punizione dal limite, barriera avversaria formata da 7 uomini, tiro di Rummenigge e sfera che lambisce il palo. L’Inter continua ad attaccare e l’Amburgo tenta, di tanto in tanto, di pungere in contropiede e al 66’ i tedeschi vanno vicini al gol: fuga di Magath, tiro e con Recchi superato è Collovati a salvare nei pressi della linea bianca a porta ormai vuota. Al 76’ Schroeder tocca, in piena area di rigore, con la mano per fermare Altobelli il quale continua e segna. L’ arbitro aveva però già fischiato il calcio di rigore e la rete non è convalidata, sul dischetto si presenta Brady che con freddezza non sbaglia, Inter in vantaggio. Il risultato non varia più e alla fine l’Inter vince l’incontro e passa il turno.