CHAMPIONS LEAGUE 2004/05

Brema, 24 novembre 2004 - V° giornata girone G

Werder Brema - Inter 1-1

Werder Brema: Reinke, Pasanen, Ismael, Baumann, Stalteri (82’ Charisteas), Borowski (67’ Jensen), Ernst, Magnin, Micoud, Klose, Klasnic (46’ Valdez). A disposizione: Borel, Davala, Lagerblom, Schulz. Allenatore: Schaaf

Inter: Toldo, J. Zanetti, Cordoba, Mihajlovic, Favalli, Van der Meyde, Cambiasso, Stankovic (64’ Karagounis), Davids (81’ C. Zanetti), Vieri, Cruz (52’ Martins). A disposizione: Fontana, Burdisso, Zè Maria, Materazzi, Martins. Allenatore: Mancini

Reti: 49’ Ismael (r), 55’ Martins

Arbitro: Veissière (Francia)

Note: spettatori 37.000 circa. Primo tempo avaro d’emozioni con una buona Inter, tatticamente disciplinata e pericolosa in avanti con Vieri e Cambiasso, in difesa è attenta e concede pochissimo ad un Werder Brema dinamico ma non molto efficace in attacco. La ripresa è invece molto più interessante e appena quattro minuti dal via, il sig. Veissiere concede un discutibile calcio di rigore al Werder Brema per un presunto fallo di Cruz ai danni di Magnin, batte Ismael, Toldo intuisce la traiettoria ma il tiro è potentissimo e la palla s'infila sotto la traversa. La reazione dell’ Inter è immediata e dopo appena 6 minuti giunge il gol del pareggio: Stankovic passa la palla a Martins il quale gliela restituisce immediatamente, delizioso pallonetto e pallone che colpisce la traversa, sul rimpallo si avventa Martins che di testa batte Reinke. Il Werder torna in avanti, si rende pericoloso con Klose al 71’, Toldo para con bravura e con Micoud all’ 82’, tiro fuori dallo specchio della porta. Nei minuti finali i nerazzurri hanno l'occasione più limpida per passare: Martins si esibisce in uno slalom irresistibile tra le maglie della difesa avversaria, si presenta in area ma non riesce a concludere a rete. Tre minuti di recupero e passati i quali il sig. Veissiere fischia la fine dell’incontro che termina in pareggio e con l’Inter sempre più in testa al girone.