CHAMPIONS LEAGUE 2002/03

Milano, 9 aprile 2003 - andata quarti di finale

Inter - Valencia 1-0

Inter: Toldo, J. Zanetti, Cordoba, Materazzi, Coco (31’ Pasquale), Conceicao (65’ Okan), Di Biagio, C. Zanetti, Emre, Crespo (84’ Cannavaro), Vieri. A disposizione: Fontana, Adani, Recoba, Martins. Allenatore: Cuper

Valencia: Canizares, Ayala, Albelda, Baraja, Marchena, Vicente (85’ Fabio Aurelio), Carboni, Rufete (81’ Mista), Reveillere, Aimar, Carew (76’ Angulo). A disposizione: Palop, Djukic, Sanchez, De Los Santos. Allenatore: Benitez

Rete: 14’ Vieri

Arbitro: Merk (Germania)

Note: spettatori paganti 52.623 per un incasso di 1.641.842,50 euro. Valencia in completa tenuta arancio, Inter in consueta tenuta nerazzurra. Inter pressata dagli spagnoli nella prima fase della gara, ma i nerazzurri si difendono con ordine, ripartono costantemente in contropiede e al 14’ passano in vantaggio: combinazione Coco, Emre sulla fascia sinistra, traversone sul primo palo dove stacca Crespo, preciso passaggio per Vieri che dall’altezza del dischetto, di testa, mette alle spalle di Canizares. Il primo tempo termina dopo due minuti di recupero, la ripresa inizia con il Valencia in avanti alla ricerca del pareggio e la partita s'incattivisce. I primi a farne le spese sono Emre ed Albelda: fallo del giocatore del Valencia, reazione del centrocampista turco, si accende una rissa e il signor Merk mostra ad entrambi il cartellino rosso. Al 58' Rufete impegna Toldo mentre al 63’ è Aimar a impensierire il portiere nerazzurro. Il Valencia continua ad attaccare inutilmente e solo al 4’ minuto di recupero il Valencia si rende pericoloso: Aimar entra in area di rigore, vede la gamba di Okan e si tuffa, è simulazione evidentissima, ammonizione e incontro finito.