CHAMPIONS LEAGUE 2002/03

Milano, 27 agosto 2002 - ritorno turno preliminare Champions League


Inter - Sporting Lisbona 2-0

Inter: Toldo, J. Zanetti, Cordoba, Materazzi, Coco, Guly (60’ Cannavaro), Di Biagio (78’ Almeyda), Dalmat, Morfeo, Vieri (86’ Corradi), Recoba. A disposizione: Fontana, Conceiçao, Gamarra, Pasquale. Allenatore: Cuper

Sporting Lisbona: Tiago, Beto, Quiroga, Contreras, Cesar Prates, Rui Bento, Rui Jorge (85’ R. Fernandes), Tonito (60’ Kutuzov), P. Barbosa, Quaresma (73’ Danny), Niculae. A disposizione: Santos, Hugo, Paulo Bento, Carlos Martins. Allenatore: Boloni

Reti: 31’ Di Biagio, 45’ Recoba

Arbitro: Temmink (Olanda)

Note: spettatori paganti 51.405 per un incasso di 920.507 euro. Partenza decisa dei nerazzurri che arrivano in più occasioni in area portoghese, senza però riuscire a trovare la conclusione vincente mentre i lusitani si rendono pericolosi soprattutto in contropiede e col trascorrere dei minuti prendono coraggio e si affacciano ripetutamente dalle parti di Toldo. L'Inter appare contratta e un po' nervosa, ma proprio nel miglior momento dello Sporting Lisbona, al 29’, arriva il gol del vantaggio nerazzurro: azione personale di Recoba che supera in dribbling due avversari, calcia di potenza a fil di palo con Tiago che si salva in angolo, sugli sviluppi dell'angolo, stacco perentorio di Di Biagio e pallone che termina in rete. Passano cinque minuti e l'Inter sfiora il raddoppio: calcio di punizione a favore dei nerazzurri, palla che passa da Dalmat a Guly per arrivare poi a Vieri, perentorio colpo di testa di quest’ultimo e palla che termina sul palo. Al 43’ preciso traversone di Morfeo, dalla fascia, palla sul secondo palo, colpo di testa di Recoba e pallone che supera l'incolpevole Tiago, Inter 2 Sporting Lisbona 0. La ripresa vede i nerazzurri padroni del campo e i portoghesi che si rendono pericolosi solo in contropiede. L'Inter sfiora il terzo gol prima con uno spettacolare calcio piazzato di Recoba, da oltre quaranta metri, con la palla che sfiora l'incrocio dei pali della porta di Tiago e poi con due colpi di testa di Vieri da distanza ravvicinata. Nei minuti finali della gara lo Sporting Lisbona accenna una timida reazione, ma l'Inter controlla agevolmente gli avversari , il risultato non cambia più fino al 90’ e Inter che si qualifica per la Champions League.