COPPA UEFA 2001/02

Ipswich, 22 novembre 2001 – andata sedicesimi di finale

Ipswich Town - Inter 1-0

Ipswich Town: Sereni, Makin, Bramble, Venus, Hreidarsson, Wright, Holland, Peralta (87’ Reuser), Claphan (91’ Gaardsoe), Naylor (77’ Armstrong), Counago. A disposizione: Branagan, Wilnis, Bent, Magilton. Allenatore: Burley

Inter: Toldo, J. Zanetti, Di Biagio (76’ Georgatos), Cordoba, Gresko, Seedorf, C. Zanetti, Farinos, Emre (67’ Conceicao), Ventola (56’ Adriano), Kallon. A disposizione: Fontana , Okan, Materazzi, Guglielminpietro. Allenatore: Cuper

Rete: 80’ Armstrong

Arbitro: Nielsen (Danimarca)

Note: spettatori 30.000 circa, campo in perfette condizioni, si gioca in una serata ventilata, non freddissima ma fredda abbastanza da costringere quasi tutti i nerazzurri ad indossare i guanti. Avvio molto accesso, soprattutto da parte degli inglesi, che chiudono bene tutti gli spazi e già al quinto minuto cercano il gol, mancandolo di pochissimo, con una deviazione da dentro l'area piccola. Comunque il predominio inglese dura poco e al 10’ Ventola si procura la più limpida delle palle gol nerazzurre: salta il portiere, tira a porta vuota ma consente all’estremo difensore di recuperare sulla sua conclusione e l’azione sfuma. Partita vivacissima, con molto dinamismo da parte di tutti i ventidue in campo, anche se gli inglesi nel breve spazio di due minuti hanno l'opportunità di calciare ben due angoli. Nel proseguo del primo tempo, si è vede una buona Inter, concentrata e determinata, ma leggera in avanti. La ripresa inizia senza la stessa lucidità dei primi quarantacique minuti, con Cuper che si sgola per chiamare i nerazzurri e costringerli a giocare avvicinando i reparti. Soprattutto a centrocampo l'avvio non è dei più esaltanti, pur mantenendo lo stesso problema di leggerezza negli ultimi trenta metri. Al decimo Adriano prende il posto di Ventola e con il passare dei minuti la confusione e la stanchezza prendono il posto della lucidità iniziale, il tono della gara scende rispetto alla vivacità del primo tempo e risultato che non si sblocca fino all’ 80’ quando l'Ipswich trova il gol con un gran colpo di testa di Armstrong appena entrato da tre minuti. Gli ultimi minuti non regalano molte emozioni per i colori nerazzurri nonostante un tentativo di assalto alla porta difesa da Sereni e qualificazione da conquistare nella gara di ritorno a San Siro.