COPPA UEFA 2001/02

Rotterdam, 11 aprile 2002 – ritorno semifinale

Feyenoord - Inter 2-2

Feyenoord: Zoetebier, Gyan, Van Wonderen, Paauwe, Aros, Kalou (74’ Dos Santos), Bosvelt, Emerton, Van Persie (81’ Leonardo), Van Hooijdonk, Tomasson. A disposizione: Timmer, Elmander, Koornev, Collen, Sprockel. Allenatore: Van Marwjnk

Inter: Toldo, Ferraro, Di Biagio, Materazzi, J. Zanetti, Seedorf (58’ Conceicao), C. Zanetti, Emre, Dalmat, Ronaldo (69’ Kallon), Ventola. A disposizione: Moreau, Guly, Recoba, Vieri, Okan. Allenatore: Cuper

Reti: 17’ Van Hooijdonk, 34’ Tomasson, 83’ C. Zanetti, 93’ Kallon (r)

Arbitro: Lopez Nieto (Spagna)

Note: la partita inizia con una breve fase di studio, poi sono i nerazzurri a rompere per primi gli indugi e al 4’ si presentano minacciosi dalle parti di Zoetebier: preciso passaggio di Ronaldo per Ventola che sciupa concludendo a lato. Al 7’ calcio di punizione per gli olandesi e gran tiro di Van Hooijdonk che impegna severamente Toldo. All' 8’ è Ronaldo a sfiorare il gol con un preciso sinistro a fil di palo e un solo minuto più tardi è Ventola a presentarsi dalle parti di Zoetebier, destro in corsa e palla di poco a lato. Al 17’, al primo vero affondo, olandesi in vantaggio con Van Hooijdonk che sfrutta un cross dalla fascia sinistra e batte Toldo con un preciso colpo di testa. Col trascorrere dei minuti l’ Inter perde un po' di incisività ma al 31’ ha l’occasione per pareggiare: su calcio d'angolo dalla destra la palla arriva sui piedi di Ronaldo, conclusione immediata del brasiliano e prodigioso intervento di Zoetebier. L’ Inter ora attacca con convinzione e proprio nel momento di maggior pressione nerazzurra arriva, inaspettato, il secondo gol del Feyenoord: al 34’ veloce contropiede di Kalou che calcia a rete, parata portentosa di Toldo che però non può nulla contro la seconda conclusione di Tomasson il quale, solo davanti alla porta, insacca. In chiusura di tempo preciso lancio di Emre per Ronaldo, scatto fulmineo sul filo del fuorigioco, dribbling sul portiere e conclusione a porta sguarnita, incredibile recupero di un difensore del Feyenoord e primo tempo che termina con gli olandesi in vantaggio per 2 a 0. I nerazzurri iniziano la ripresa in avanti alla ricerca del gol che potrebbe riaprire il discorso qualificazione e il primo a rendersi pericoloso è Ronaldo che scheggia la parte superiore della traversa con un potente colpo di testa. Al 73’ è Ventola ad avere sui piedi la palla del 2-1 su preciso assist di testa di Kallon, ma la sua conclusione termina sul portiere in uscita. La partita col passare dei minuti s'inasprisce, l’ Inter si riversa in avanti in modo disordinato e si espone al rapido contropiede olandese. All' 83’ calcio d'angolo battuto da Conceiçao dalla destra, deviazione di testa di Dalmat, palla che arriva a Cristiano Zanetti che la controlla e l’indirizza sotto l'incrocio dei pali, Inter meritatamente in gol. Al 90’ l'arbitro spagnolo Lopez concede tre minuti di recupero e proprio al primo minuto Emre è atterrato in piena area di rigore, è calcio di rigore che Kallon trasforma per il definitivo 2-2, Inter eliminata in semifinale.