COPPA UEFA 2001/02

Trieste, 20 settembre 2001 – andata primo turno

Inter - Brasov 3-0

Inter: Toldo, J. Zanetti, Cordoba, Materazzi, Gresko, Seedorf, Di Biagio (69’ Vivas), Dalmat, Guly (83’ Cauet), Adriano (63’ Ronaldo), Kallon. A disposizione: Fontana, Simic, Georgatos, Ventola. Allenatore: Cuper

Brasov: Dossey, Buta, Petre, Bodea, Moldovan, A. Ghindaru, Boga (75’ Sandur), Isaila, Cocan (62’ Dani Barna), Stere, Iorga (87’ V. Ghindaru). A disposizione: Arcanu, Badae, Onofras, Andrasi. Allenatore: Hirlab

Reti: 24’ Dalmat, 31’ Kallon, 41’ Di Biagio

Arbitro: Carmona Mendez (Spagna)

Note: spettatori 7.000 circa per un incasso di lire 200.000.000 circa. Trascorsi i primi venti minuti di gioco nel corso dei quali le squadre si studiano a centrocampo, i ragazzi di Hector Cuper fanno valere la loro superiorità tecnica e tattica e passano in vantaggio al 24’ con Dalmat il quale sorprende il portiere Dossey con un sinistro violento e preciso dal limite dell'area. Passano sette minuti e l’Inter raddoppia con Kallon che approfitta di un vistoso errore in area di Petre e batte per la seconda volta l'estremo difensore rumeno. Al 41' giunge la terza rete nerazzurra con Di Biagio che è bravo a capitalizzare un ottimo passaggio di Seedorf e al 45’ il fischio dell'arbitro Carmona Mendez sancisce la fine della prima frazione di gara dominata in lungo e in largo dall'Inter. Il secondo tempo è solo un’attesa per il rientro di Ronaldo, dopo il suo infortunio, e l’attesa è interrotta al minuto 63, esce Adriano, entra Ronaldo e i tifosi sono tutti per lui. Tutti i compagni tentano di mettere Ronaldo in condizioni di segnare ma i vari tentativi risultano vani e alla fine il risultato è quello consolidato nella prima frazione di gioco.