CAMPIONATO 1953/54


Milano, 4 aprile 1954 – XXVII° giornata

Inter - Juventus 6-0

Inter: Ghezzi, Vincenzi, Giacomazzi, Neri, Giovannini, Nesti, Armano, Mazza, Brighenti, Fattori, Skoglund. Allenatore: Foni Alfredo

Juventus: Viola, Bertuccelli, Manente, Oppezzo, Ferrario, Gimona, Muccinelli, Ricagni, Boniperti, J. Hansen, Praest.

Reti: 7’ Skoglund, 30’ Armano, 66’ Brighenti, 79’ Skoglund, 83’ Brighenti, 84’ Nesti

Arbitro: Jonni di Macerata

Note: cielo sereno, terreno in ottime condizioni, spettatori 55.000 circa di cui 46.200 paganti per un incasso di 41.000.000 di lire. Inter da subito padrona del campo e al 7’ minuto passa in vantaggio: Mazza passa la sfera a Skoglund il quale, caricato da Bertuccelli e Ferrario, serve in profondità Brighenti che scatta verso la porta, aspetta che Viola gli esca incontro e poi passa la palla a Skoglund che tutto solo la mette in rete. L’Inter domina, sfiora il gol in più di una occasione e poi al 30’ raddoppia: Skoglund corre verso la porta inseguito da Gimona e di tacco serve Mazza il quale attira verso se Manente e traversa al centro, pallone che giunge a Skoglund che con una finta salta Ferrario e poi tocca la sfera a Armano che al volo batte Viola. Viola continua a parare mentre Ghezzi è uno spettatore non pagante poi al 34’ Muccinelli e Giacomazzi si scontrano, ha la peggio il bianconero che è costretto ad abbandonare il campo. La ripresa inizia sempre con l’Inter padrona del campo e Viola deve eseguire parate in sequenza: al 52’ su tiro di Skoglund, al 53’ su tiro di Brighenti, al 54’ su tiro di Mazza e al 56’ su tiro ancora di Skoglund. Al 60’ sortita juventina con Ferrario, solo davanti a Ghezzi, che manda il pallone a lato. Dopo un palo colpito da Armano e altre occasioni sprecate dai nerazzurri, al 66’ giunge il terzo gol dei padroni di casa: Mazza, con un lancio di quaranta metri, serve Fattori che di testa da a Brighenti il quale al volo mette la sfera in fondo al sacco. Al 79’ quarto gol nerazzurro con Skoglund il quale insacca con un tiro dai dieci metri mentre al 83’ giunge il quinto gol: Skoglund allunga la palla a Brighenti il quale, in corsa, la ferma di testa, poi la controlla di coscia e sempre al volo la calcia di destro mandandola in rete con un tiro angolatissimo. Al 84’ sesto e ultimo gol nerazzurro, lo segna Nesti su passaggio dell’incontenibile Skoglund. In classifica l’Inter ritorna in testa, da sola, distanziando di un punto sia la Juventus e sia la Fiorentina sconfitta in casa dal Napoli.