CAMPIONATO 2018/19

Milano, 26 maggio 2019 - XXXVIII° giornata

Inter - Empoli 2-1

Inter: Handanovic, D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah (46' Keita), Vecino, Brozovic, Politano, Nainggolan, Perisic (74' Dalbert), Icardi (71' Lautaro Martinez). A disposizione: Padelli, Gagliardini, Ranocchia, Joao Mario, Borja Valero, Cedric Soares, Miranda, Candreva. Allenatore: Luciano Spalletti

Empoli: Dragowski, Maietta (70' Uçan), Silvestre, Dell'Orco, Di Lorenzo, Traore, Bennacer, Acquah (70' Brighi), Pajac, Caputo, Fariasi. A disposizione: Provedel, Perucchini, Veseli, Mchedlidze, Pasqual, Capezzi, Rasmussen, Oberlin, Nikolaou. Allenatore: Aurelio Andreazzoli

Reti: 51' Keita, 76' Traore, 81' Nainggolan

Arbitro: Luca Banti di Livorno; assistenti Vuoto e Passeri; IV° uomo Pasqua; addetti VAR Giacomelli e Schenone

Note: spettatori paganti 68.051; angoli 8 a 2 per l' Inter; ammonito al 51' Keita, 64' Pajac, 73' Perisic, 96' D' Ambrosio, 95' Caputo; espulso al 95' Keita per poppia ammonizione; recupero pt 0' e st 8'

L' Inter parte subito in avanti e al 4' Asamoah serve centralmente Nainggolan, tiro da oltre venti metri con Dragowski che blocca la sfera senza problemi. Al 9' Politano non riesce ad approfittare di una uscita errata di Dragowski, passano pochi istanti e gran tiro di sinistro da parte di Perisic, il portiere empolese vola e mette il pallone in calcio d' angolo. Due conclusioni di Vecino, una di tacco e una di piatto, senza esito e poi al 21' Icardi si rende pericoloso con tiro di destro da dentro l' area, ma la mira è errata e pallone che termina di poco a lato. I nerazzurri continuano ad attaccare e al 27' Dragowski deve intervenire due volte, prima sul tiro di destro, da fuori area, di Brozovic e poi sul successivo colpo di testa di De Vrij su cui l' estremo difensore ospite compie un vero e proprio prodigio. Alla mezz' ora gli ospiti si rendono pericolosi con un lancio di Farias verso Caputo, Handanovic è prontissimo e ferma l' azione in uscita. Sul finire del primo tempo l' Inter si rende pericolosa con un bel tiro di Asamoah da circa venticinque metri, Dragowski è ancora reattivo e devia la sfera in calcio d' angolo. La ripresa è iniziata da sei minuti e Inter che passa in vantaggio: il nuovo entrato Keita riceve palla sulla trequarti, sfrutta il movimento di Icardi e lascia partire un violento tiro di destro dal limite dell' area che manda il pallone nell' angolino basso. Passata in vantaggio, l' Inter continua ad attaccare e al 60', dopo un lungo consulto col VAR, si vede assegnare un calcio di rigore per un intervento in ritardo di Dragowski su Icardi dentro l' area di rigore. Sul dischetto si presenta Icardi, tiro e pallone respinto da Dragowski. Al 65' è ancora Keita a rendersi pericoloso con un tiro di destro dalla distanza, Dragowski è ancora bravo e controlla la sfera in due tempi. L' Empoli si scuote e al 70' Traore serve in verticale Farias, Handanovic è semplicemente fenomenale e in uscita bassa salva il risultato. L' Empoli insiste e al 76' raggiunge il pareggio: Ucan sfonda a destra e mette al centro un perfetto pallone rasoterra, sullo stesso si avventa Traore che deve solo appoggiarlo dentro la porta. L' Inter deve vincere per raggiungere la qualificazione alla prossima Champions League, ritorna ad attaccare e all' 81' Vecino, a conclusione di un' azione personale, tira e colpisce il palo, sulla ribattuta la sfera giunge a Nainggolan che di prima battuta la deposita in rete: Inter in vantaggio. L' Empoli non ci sta, torna in avanti alla ricerca del pareggio e all' 89' D' Ambrosio è provvidenziale deviando sulla traversa il passaggio di Caputo per Traore tutto solo. Passano tre minuti ed è Handanovic a compiere un intervento incredibile fermando, in uscita disperata, Ucan, ribaltamento di fronte ed è Dragowski a salvare col corpo sul tiro di mancino, a botta sicura, di Keita. Al 94' calcio d' angolo per l' Empoli, in area nerazzurra si porta anche Dragowski, sfera ribattuta e che giunge a Brozovic il quale segna da centrocampo con la porta empolese completamente vuota, San Siro esplode di gioia ma l' arbitro annulla la rete per una trattenuta ai danni del portiere empolese, comunque completamente al di fuori dell' azione di Brozovic, da parte di Keita, che viene anche espulso per aver ricevuto il secondo cartellino giallo dell' incontro. Ancora tre minuti e poi arriva il triplice fischio finale, l' Inter è in Champions League.