CAMPIONATO 2018/19

Parma, 9 febbraio 2019 - XXIII° giornata

Parma - Inter 0-1

Parma: Sepe, Iacoponi, Alves, Bastoni, Gagliolo, Kucka (84' Sprocati), Scozzarella (77' Stulac), Barillà, Gervinho, Inglese, Siligardi (58' Biabiany). A disposizione: Frattali, Bagheria, Diakhate, Ceravolo, Machin, Gobbi, Gazzola, Rigoni, Dezi. Allenatore: Roberto D'Aversa

Inter: Handanovic, D'Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah, Vecino, Brozovic, Joao Mario (76' Lautaro Martinez), Nainggolan (88' Gagliardini), Perisic, Icardi (93' Cedric). A disposizione: Padelli, Ranocchia, Miranda, Dalbert, Candreva. Allenatore: Luciano Spalletti

Rete: 79' Lautaro Martinez

Arbitro: Massimiliano Irrati di Pistoia; assistenti Lo Cicero e Cecconi; IV° uomo Sacchi; addetti VAR Valeri e Vuoto

Note: spettatori paganti 18.155; angoli 10 a 2 per l' Inter; ammonito al 37' Vecino, 61' Gagliolo, 86' Nainggolan, 89' Biabiany; recupero pt 0' e st 5'

Ottimo inizio di gara da parte del Parma che si rende pericoloso al 4': calcio d' angolo per i padroni di casa, colpo di testa da parte di Kucka e pallone che termina a lato di poco. Per la prima azione pericolosa dell' Inter bisogna attendere il 19': Nainggolan lancia Perisic il quale traversa, pallone che attraversa tutta l' area piccola con Icardi e Joao Mario leggermente in ritardo. Al 21' giunge l' azione più pericolosa, da parte del Parma, di tutta la partita: azione personale di Gervinho il quale entra in area e lascia partire un potente tiro di destro, Handanovic sembra battuto ma pallone che si stampa sulla traversa. Al 41' azione confusa in area parmense, sfera che giunge nei pressi di Joao Mario, tentativo di tiro di destro ma il calciatore nerazzurro manca clamorosamente la palla. Ultimo minuto e Inglese si gira prontamente, in area nerazzurra, e lascia partire un bel tiro di destro, pallone che sfiora il palo e primo tempo che termina a reti in bianco. Inizio di ripresa e Inter completamente trasformata. Al 47' Nainggolan, servito da Joao Mario, si trova a tu per tu con Sepe, il portiere è pronto e con un' uscita provvidenziale salva la propria porta. Passano due minuti e Icardi svetta di testa su traversone di Perisic, pallone che termina a lato. L' Inter continua ad attaccare e il Parma non riesce proprio ad uscire dalla propria metà campo, al 53' Nainggolan smista per Icardi il quale, però, non riesce a controllare la sfera e al 55' , sul calcio d' angolo battuto da Brozovic, D' Ambrosio batte Sepe, ma palla tocca il braccio dello stesso calciatore e il gol è, giustamente, annullato. L' Inter continua a mantenere il possesso palla con i padroni di casa che si limitano a controllare gli attacchi nerazzurri e al 79' pallone che giunge a Nainggolan il quale lancia in profondità il nuovo entrato Lautaro Marinez che controlla la sfera e lascia partire un violento tiro di destro che manda il pallone sotto la traversa, Inter in vantaggio. L' Inter non arretra e sfiora il raddoppio con un tiro a giro di Vecino. Passano pochissimi minuti e l' Inter sfiora il raddoppio prima con Vecino, Bastoni respinge la sfera proprio sulla linea di porta, e poi con Brozovic che colpisce in pieno il palo con una una conclusione dal limite dell' area. L' Inter controlla la gara e solo al 92' il Parma torna a farsi vedere in avanti, girata acrobatica di Inglese e pallone ben controllato da Handanovic.