CAMPIONATO 2015/16

Milano, 18 ottobre 2015 - VIII° giornata

Inter - Juventus 0-0

Inter: Handanovic, Santon, Miranda, Murillo, Jesus, Medel (91' Kondogbia), Felipe Melo (64' Guarin), Brozovic, Perisic, Jovetic (91' Palacio), Icardi. A disposizione: Carrizo, Berni, Biabiany, Telles, Montoya, Ranocchia, Gnoukouri, D'Ambrosio, Nagatomo, Manaj. Allenatore: Roberto Mancini

Juventus: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Khedira, Marchisio, Pogba, Evra, Morata (70' Mandzukic), Zaza (78' Dybala). A disposizione: Neto, Audero, Hernanes, Alex Sandro, Lemina, Padoin, Asamoah, Rugani, Sturaro, Pereyra. Allenatore: Massimiliano Allegri

Arbitro: Paolo Valeri di Roma; assistenti Manganelli, Meli; assistenti addizionali Massa, Russo; IV° uomo Dobosz

Note: spettatori paganti 79.154 per un incasso record di 3.740.051 euro; angoli 9 a 4 per la Juventus; ammonito al 7' Marchisio, 8' Felipe Melo, 11' Khedira, 16' Zaza, 61' Evra, 77' Brozovic, 86' Chiellini, 90' Miranda; recupero pt 0' e st 3'.

MILANO - Inizio di gara piuttosto scoppiettante e al 3' l'Inter conquista il suo primo calcio d'angolo con Jovetic, passa un minuto e contropiede della Juventus, Cuadrado entra in area e tira, Handanovic è attento e devia il pallone in calcio d'angolo. Gli animi si scaldano subito e il sig. Valeri estrae il cartellino giallo per ben quattro volte nei primi sedici minuti. Nel frattempo l'Inter si rende pericolosa con due calci di punizione battuti da Jovetic che però non sortiscono alcun effetto, mentre al 19' Zaza può puntare l'area con Murillo che recupera in maniera provvidenziale. Al 26' Murillo lancia Jovetic in profondità ma Chiellini e Buffon, in uscita, chiudono in angolo, sugli sviluppi del calcio d'angolo pallone che giunge a Brozovic il quale fa partire un destro a giro dal vertice dell'area, Buffon tocca la sfera di quel tanto che basta per deviarla sulla traversa. L'Inter tiene alto il baricentro e Icardi, lanciato bene da Brozovic, perde il corpo a corpo con Barzagli in piena area di rigore, ribaltamento di fronte e Murillo è ancora strepitoso su Zaza. Nessun minuto di recupero e primo tempo che termina 0 a 0. Ripresa che inizia senza alcun cambio e con ancora Cuadrado che impensierisce Handanovic che devia il pallone di piede in angolo. Al 55' Bonucci si fa rubare palla da Icardi, scambio con Jovetic e Icardi entra in area di rigore dove Chiellini riesce a sventare la minaccia. Al 59' gran bel tiro dalla distanza di Jovetic con Buffon che è attento e para in due tempi. Al 69' la Juventus costruisce la sua più pericolosa azione della partita: sfera che ballonzola in area nerazzurra, Morata riesce a controllare il pallone spalle alla porta e lo appoggia a Khedira che di destro colpisce l'esterno del palo alla destra di un Handanovic ormai battuto. Al 70' combinazione Jovetic e Icardi il quale traversa per Perisic che viene anticipato da Barzagli al momento di colpire di testa. I Nerazzurri hanno l'opportunità di rendersi pericolosi su calcio piazzato ma prima Jovetic e poi Perisic non trovano lo specchio della porta. Al' 88' Cuadrado supera mezza difesa nerazzurra e traversa teso con il pallone che viene murato in calcio d' angolo. Mancini inserisce Palacio e Kondogbia per dare freschezza alla squadra nei minuti finali, 3' di recupero in cui non succede nulla e Valeri fischia la fine dell'incontro.