CAMPIONATO 2010/11

XXXVI° giornata

Milano, 08 maggio 2011

Inter- Fiorentina 3-1


Marcatori: 25' Pazzini, 28' Cambiasso, 29' st Gilardino. 32' st Coutinho.

Inter: Julio Cesar; Maicon, Ranocchia, Materazzi (32' st Lucio), Chivu (27' st Obi); Zanetti, Cambiasso, Kharja; Coutinho; Pazzini, Eto'o (13' st Pandev).
A disposizione: Castellazzi, Milito, Samuel, Faraoni.
Allenatore: Leonardo.

Fiorentina: Boruc; De Silvestri, Gamberini, Natali, Pasqual (36' st Comotto); Behrami, D'Agostino (11' st Mutu), Montolivo; Cerci (26' st Santana), Gilardino, Vargas.
A disposizione: Frey, Kroldrup, Ljajic, Marchionni.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

Arbitro: Luca Banti (Livorno).
Note. Ammoniti: 27' De Silvestri. Tempi di recupero: 1'-5'. Spettatori: 55.879

MILANO - Si chiude sul risultato di 3-1 il match tra Inter e Fiorentina, valido per la 36^ giornata della serie A 2010-2011.

Una traversa e un grande Julio Cesar impediscono alla squadra di Mihajlovic di passare in vantaggio nel primo tempo. Ne approfitta l'Inter con Pazzini che, dopo tre occasioni, sblocca il match al 25'. Fa bis Cambiasso dopo 3' e i nerazzurri chiudono i primi 45' in doppio vantaggio. Nella ripresa, Gilardino accorcia le distanze (74'), ma è un con un destro a giro su calcio di punizione che Coutinho, con il suo primo gol in serie A, cala il tris (77').

PRIMO TEMPO - Per affrontare la Fiorentina, Leonardo cambia l'Inter schierando dal primo minuto Materazzi accanto a Ranocchia al centro della difesa, con Maicon e Chivu terzini (influenza per Nagatomo). Snejider non convocato: c'è Coutinho alle spalle di Pazzini e Eto'o, mentre Milito parte dalla panchina che ritrova anche Samuel, dopo l'infortunio.
Un video che ripercorre la vita di Armando Picchi, a 40 anni della sua scomparsa, è proiettato sul maxischermo del 'Meazza' prima dell'inizio del match che vede in campo Javier Zanetti alla sua 999^ presenza da professionista, indossare una speciale fascia in memoria del capitano della grande Inter, con la scritta 'Maggio 1971-Maggio 2011: 40 anni lontani ma sempre nel cuore'.

È di Pazzini la prima conclusione del match: il destro dal limite termina alto sopra la traversa (7'), trova la pronta la risposta della Fiorentina, dopo 3', con la bella azione costruita sull'asse D'agostino-Cerci-Gilardino e la traversa colpita dall'attaccante prima che Maicon devi la palla in corner. È un botta e risposta ed è ancora una traversa, dopo una bellissima parata di Boruc, quella colpita da Pazzini sull'assist di Coutinho (12'). La terza occasione dell'Inter è ancora tra i piedi del Pazzo che, dopo il cross di Chivu e un'incertezza di Pasqual, prova a impensierire in scivolata Boruc che però è attento e blocca la palla (14'). Un gran sinistro di Cerci, l'uomo più attivo tra i viola, crea un'altra palla gol per la Fiorentina, che solo una splendida parata in tuffo di Julio Cesar riesce ad allontanare (19'). È un grande, grandissimo gol di Pazzini a sbloccare il match al 25' portando in vantaggio i nerazzurri: dopo la giocata di un testardo Eto'o, il Pazzo spalle alla porta, si gira e buca la difesa con un tocco chirurgico, beffando Boruc. Non c'è tempo per esultare perchè l'Inter fa già il bis (27'): su calcio di punizione di Eto'o, Cambiasso stacca di testa prolungando in rete il pallone per il 2-0. Al 40', l'illusione del gol è quella di Cerci che, sul cross di D'Agostino, in spaccata sfiora il palo alla destra di Julio Cesar. Si chiude con un super parata con i piedi di Boruc dopo il tocco deciso di Maicon (45') il primo tempo di Inter-Fiorentina.

SECONDO TEMPO - Si ricomincia con gli stessi ventidue in campo e, dopo 8', è Gilardino a sfiorare il gol del 2-1, sull'assist di Montolivo, con un tocco di esterno destro a un metro dalla porta, che termina sul fondo. Dall'11' in campo c'è Mutu, mentre Leonardo risparmia Eto'o in vista del match di Coppa Italia contro la Roma, lasciando spazio a Pandev dal 13'. L'attaccante rumeno sfiora la traversa al 27', ma è Gilardino ad accorciare le distanze al 29': assist di Santana dalla trequarti, stop al volo con la coscia destra e tiro di sinistro che batte Julio Cesar. Al 32' il gol dà ragione alle scelte Leonardo: su calcio di punizione conquistato da Cambiasso, con un bellissimo destro a giro, Coutinho supera la barriera e, con il suo primo gol in serie A, porta il risultato sul 3-1. Al 43', brivido per l'Inter: Mutu va via in contropiede e smarca in mezzo all'area Gilardino chiuso però dalla perfetta uscita di Julio Cesar.
Si chiude dopo 5' di recupero il match tra Inter e Fiorentina che segna l'undicesima vittoria su undici partite casalinghe di Leonardo e conferma l'Inter al secondo posto in classifica a quota 72 punti.

Girata di Pazzini e Inter in vantaggio

Cambiasso di testa sigla il raddoppio

 

Coutinho batte la punizione del terzo gol