COPPA UEFA 1988/89


Monaco, 23 novembre 1988 - andata ottavi di finale

Bayern Monaco - Inter 0-2

Bayern Monaco: Aumann, Nachtweith, Pflugler, Grahammer, Augenthaler, Dorfner, Koegl, Reuter (69’ Ekstroem), Wohlfarth, Thon, Wegmann. Allenatore: Heynckes

Inter: Zenga, Bergomi, Baresi, Brehme, Ferri, Verdelli, Bianchi, Berti, Matteoli, Matthaeus, Serena. Allenatore: Trapattoni

Reti: 59’ Serena, 71’ Berti

Arbitro: Ponnet (Belgio)

Note: serata fredda con neve lungo il bordo del campo, spettatori 75.000 circa di cui 15.000 italiani, angoli 7 a 3 per il Bayern. Incontro che inizia a tutta velocità, Aumann deve opporsi alla disperata a un’incursione di Serena e risposta dei tedeschi, al 9’, con Grahammer il quale tutto solo davanti a Zenga manda il pallone incredibilmente alto sulla traversa. Con il passare dei minuti i calciatori di casa incominciano ad innervosirsi, i loro attacchi non portano alcun frutto, l’Inter approfitta della situazione e si rende pericolosa con Matteoli il quale s’infila tra le maglie avversarie e giunto al limite dell’area lascia partire un secco rasoterra con il pallone che sfiora il palo alla sinistra di Aumann, siamo al 20’. Il resto della prima frazione di gioco vede i padroni di casa in attacco ma la retroguardia nerazzurra tiene bene e il primo tempo termina a reti in bianco. La ripresa inizia con i tedeschi che costringono l’Inter nella propia area di rigore e già al primo minuto si rendono pericolosi con un gran tiro di Reuter, pallone che scheggia la traversa. Bayern in avanti e Inter che quando riparte è pericolosissima: al 59’ Brehme recupera palla e lancia in avanti per Serena, l’attaccante aggancia la sfera e s’invola verso Aumann, entra in area e supera il portiere tedesco, Inter in vantaggio. Il Bayern si riversa immediatamente in avanti e Bergomi salva sulla linea bianca su tiro di Wegmann. Comunque l’Inter non pensa solo a difendersi e al 69’ Serena, tutto solo davanti al portiere tedesco, ha l’occasione per raddoppiare, tiro ma la mira è sbagliata e manca clamorosamente l’occasione. Passano due minuti e il raddoppio per l’Inter è cosa fatta: Berti conquista palla nella propria metà campo e fila dritto verso Aumann, supera Grahammer e Augenthaler, aspetta l’uscita diperata del portiere e con un gran tiro infila il pallone nella porta ormai vuota. Il Bayern è schiumoso di rabbia, ritorna propotentemente in avanti ma l’Inter tiene benissimo e porta in porto il prezioso punteggio.